22 agosto 2007

Moige Vaffanculo

eyes-wide-shut

Annunci

64 Responses to “”

  1. taxxo Says:

    siamo veramente il paese delle banane…
    non tanto per l’ennesima polemicuccia sulla trasmissione di un film che, come direbbe il ragionier FILINI “..c’è a chi piace e a chi non piace… ma a me il pesce-ratto piace parecchio…”.
    Tanto che, proprio in questi giorni, siamo stati attaccati dal FINANCIAL TIME: http://magazine.libero.it/gossip/radioserva/ne5863.phtml

    perchè, secondo l’inviato, nel nostro paese televisione e pubblicità sono INVASE dal nudo sfacciato che oltraggia il falso pudore anglosassone…

    il fatto è che tra chiesa, l’associazione delle mamme, quella delle nonne del centro anziani, quella dei consumatori (che invece che fare un gran casino per il rincaro euro, si occupa delle tettine della kidman), quella degli scacchi e gli amici di star trek…. si alzano polveroni immani su filmetti già ritoccati, rimontati, riplasmati da censura e pubblicità e non si bada al fatto che la scorsa settimana, come ogni settimana, sul canale 6 di ogni televisione italiana, in prima serata, vengono trasmesse le immagini “sicuramente meno esplicite” ma non censurate di tette e culi e maneggi vari, borse, cazzi a mazzi, divine e divette dal culo all’aria in quel di LUCIGNOLO…

    ci “incazziamo” sempre per il motivo sbagliato..

    comunque se in sostituzione trasmettono un film di TOTO’, state certi che non mi schiodo da casa…

  2. io_malo Says:

    per ripicca, quando le mie nane tornano dal campo estivo a fine mese, le obbligo alla visione, che ovviamente posseggo in DVD.

    sfogo / mode on
    sono degli ignoranti quelli del Moige.
    da sempre.
    il brutto è che fanno pure dei ‘corsi di sessualità’ per genitori, ma soprattutto sono fin troppo ascoltati dalle emittenti.
    ricordano in molti aspetti quelli di scientology.
    fanno cagare.
    censurano e si scandalizzano anche senza conoscere l’oggetto in questione (tipo nel caso dei videogiochi, in cui è chiaro che i primi echi di ‘gioco violento’ li mettono le stesse case produttrici, per vendere di più, e loro a coda si scandalizzano, poi se li interpelli, non sanno nemmeno ciò di cui si parla).
    ripeto (chi mi conosce ne avrà la nausea di ‘sti discorsi) che la TV è un elettrodomestico come gli altri.
    se il nostro bambino ha un’insana passione per il ferro da stiro, glielo lasciamo usare a 3 anni?
    no. (spero)
    bene, anche la TV va utilizzata in compagnia del genitore, dosata in base a quanto e come il bambino è in grado di affrontare il mezzo e senza preconcetti.
    io ho ancora paura della strega de ‘La bella addormentata’ che mi portò a vedere la mia mamma al cinema, mentre dei quintali di robot giapponesi che mi son sorbita ho solo un buon ricordo.
    Per il Moige La bella addormentata è bene, i robot son cattivi.
    che un organo di stato come la Rai decida cosa è meglio o no per la visione di mio figlio, è da rincoglioniti.
    preferisco essere io a giudicare.
    ci stiamo sempre di più avvicinando ad una dittatura, in cui è lo stato con i suoi oragani di ‘decenza e purezza’ a decidere tutto al posto nostro, perché così abbiamo più tempo da dedicare allo shopping.
    sfogo / mode off

  3. taxxo Says:

    MALO, eri gelosa e volevi scrivere più di me?

    Comunque mi ricordo che da piccolo i grandi parlavano a bassa voce di film come LAGUNA BLU, NOVE SETTIMANE e 1/2, …. e c’era un tale alone di mistero e pudicità intorno che mi vergognavo a morte a dover sedare la curiosità di volerli guardare.
    E dai e dai, riuscii comunque a vederne alcuni estratti qui e la… alla fine mi accorsi che alle scuole, al tempo le elementari, si vedeva e si parlava di robe ber più spinte…

    anche se comprendo che fossero film con una carica erotica molto più sussurrata che esplicita: per vedere un ciuffo di pelo in ombra dovetti attendere il videoregistratore con lo STOP MOTION e BASIC INSTINCT… e anche li di fantasia ce ne voleva parecchia.

    adesso si vede di tutto a tutte le ore… beata gioventù!

  4. aaeeiioouuyy Says:

    Io li odio.
    Concordo in tutto e per tutto con Malo.
    A casa mia si bestemmiava, parolacce a go go, tutti nudi, porta aperte, Colpo Grosso e io adesso non vedo un’oca dal ’44 e sono, abbastanza, serena. Se fossi stata scresciuta da bigottoni a quest’ora sarei l’erede di Moana Pozzi, santa subito, a proposito di Lucignolo.
    Aeiouy

  5. taxxo Says:

    In effetti LUCE CAPONEGRO, in arte SELEN, è nata in una famiglia stracattolica, bigotta, e penso abbia fatto le scuole dalle suore e abbia parenti in convento….

    è comunque un caso… anche se concordo appieno che le restrizioni e i divieti siano solo deleteri.

    e ringraziamo DIO, in ogni senso, che ci ha regalato un’ “artista” di tal spessore..

  6. io_malo Says:

    anche io son cresciuta molto ‘figlia dei fiori’ e avrei potuto disegnare l’uccello di mio padre e di mio fratello a memoria già a 5 anni (perché ero molto brava a disegnare eh eh).
    ‘9 settimane e 1/2’ mi ci hanno portato i miei a vederlo.
    mi piaceva un sacco mickey rourke, nell’86 avevo già i miei 15 anni per poterlo vedere da sola (era vietato ai 14) però i miei sapevano che era meglio accompagnarmi, e così han fatto.
    non è un problema di età, è un problema di saper fare i genitori, e non lasciare che siano gli altri a fare il tuo doveroso e importante lavoro.

  7. taxxo Says:

    MALO che mamma coscienziosa…
    sarai una di quelle che farà il discorsetto sulle api e l’impollinazione e, con il maschietto, andrà a comprare i goldoni con simpatica quanto imbarazzante lezioncina di come si srolota utilizzando un paio di dita della mano come sostitutivo fallico (e ci mancherebbe anche che glielo calzi!!).

    Anche se ho sempre sognato di essere “sorpreso in attività solitarie” da mio padre che cancella l’imbarazzo dicendomi:
    “Non ti preoccupare, sarà il nostro piccolo segreto… anche io, alla tua età, ero un DISCRETO MASTURBATORE!!” e nel frattempo picchietta sulla spalla paternalmente…

    mi adotti??

  8. Smeagul Says:

    In effetti non ho mai capito perchè una tetta nuda debba turbare un cinno più di una testa che esplode dopo il colpo della sacra scuola di Hokuto o di un calcio in bocca di waler texas ranger.

    Insondabili misteri della bigotteria umana

  9. marabotto Says:

    io vidi ultimo tango a dodici anni al cinema coi miei nonni
    non rimasi affatto turbata
    perchè?
    stefi

  10. io_malo Says:

    allora…
    io quando le mie nane partono per i loro campi estivi con coetanei glielo chiedo sempre, in gag: ‘oh, ma quando avete bisogno di preservativi prendeteli nel cassetto dei medicinali, mi raccomando, non fate complimenti!’ loro si vergognano a morte di me, così esplicita, e quando ne avranno bisogno so per certo che non andranno a tocciare mai nella mia scatola.
    però ho riempito la casa di guide di tutti i tipi. quando vogliono, le sfogliano, e a volte mi chiedono. soprattutto sull’aids (ho scoperto che le nuove generazioni quasi ne ignorano il pericolo, e intanto il contagio fra eterosessuali è raddoppiato).
    però, Taxxo, non sopporto le ‘mamme amiche’.
    io sono e resto la mamma.
    le amiche sono quelle che scelgono loro.
    sempre pronta ad accogliere confidenze e a dare (se posso) buoni consigli, ma sempre con un minimo di autorità materna. se no le mie pretese di madre, poi, andrebbero a farsi fottere.
    vicina, ma sempre madre.
    m

    ps qui, su un blog, con uno pseudonimo, è facilissimo far la brava mamma. dal vivo faccio delle gran cazzate, ve lo assicuro.

    pps pensavo di averti GIA’ adottato, Taxxo. son qua apposta. però posso non guardarti mentre ti masturbi?

  11. taxxo Says:

    MALO, sei soprattutto una mamma modesta quando parli di BUONI CONSIGLI….
    allora faccio partire le pratiche per cambiare cognome e ti posso girare bollette e rate varie????

    grande MAMMA!!!

  12. io_malo Says:

    perché ti han fatto vedere la versione censurata, Stefi. ancora adesso quando prendi il burro dal frigo si vede che sei incerta nel da farsi, perché la censura non ti ha fatto capire a cosa serviva.
    e allora ti sei inventata che l’olio d’oliva fa meno male, e vai di dieta…
    m

    ps io e la mia neo-14enne da feltrinelli: ‘mamma, posso comprare questo, ho letto sul tuo Internazionale che è fatto bene’ e mi porge “Il Nostro Sesso. Come farlo bene” di Lorena Berdun.
    la stronzetta sa che se fa precedere una qualsiasi richiesta con “l’ho letto sul tuo Internazionale” io son talmente fiera che lei lo legga che le comprerei anche una nazione intera con un mutuo, ma questo è un altro discorso.
    avrei potuto dirle ‘no’.
    oppure ‘sì, però prima lo leggo io che non so se è adatto a te’.
    ho deciso per un ‘va bene, a patto che poi mi racconti le parti che ti sembrano spiegate meglio o peggio’.
    non so se ho fatto bene, per ora è divertentissimo vederla che mentre mangia gli spaghetti mi chiede ‘ma questi esercizi dei muscoli vaginali, com’è che si fanno?’, con la sorella che diventa rossa e guarda in alto…
    credo che nella bellezza del veder conquistare il mondo dai nostri figli, deve esserci anche la meraviglia del vederli costruire anche la loro sessualità, a distanza, con discrezione, ma a me affascina come mi ha affascinato vederla tirar via la mano dalla mia per camminare senza aiuto.
    m

  13. io_malo Says:

    soccia se divento pesa quando son senza nane…
    son partite venerdì, e già si vede lontano un miglio che mi mancano: parlo solo di loro…
    m

  14. taxxo Says:

    ti preferivamo quando parlavi di cazzi, crolli della borsa e posizioni del kannasuka…

    vai in ferie che è meglio!

    anche se poi sono il classico esempio di uno che c’è stato e che ci dovrebbe tornare, visti gli invisibili risultati!

  15. MissLIZ Says:

    per quello che danno per tv tanto varrebbe sbarazzarsene del tutto.

  16. io_malo Says:

    niente nip and tuck? niente CSI? niente Doctor House? niente detective Monk? niente telefilm che adesso non mi viene in mente, ma guardo sempre?
    te sei pazza Liz…
    m

  17. anonimo Says:

    ‘Se fossi stata scresciuta da bigottoni a quest’ora sarei l’erede di Moana Pozzi, santa subito, a proposito di Lucignolo.’

    quindi ha una certa importanza nascere in una famiglia di bigottoni moralisti, anzi direi che è fondamentale per la nascita di certi fiori. poi ‘un film come questo “pieno di immagini inquietanti, orgiastiche, nudi e abuso di sostanze stupefacenti non è certo adatto ad un pubblico di minori”. sono assolutamente d’accordo. e non è nemmeno come guardare quella cazzata di lucignolo. un attimo più complesso e inquietante. è ovvio che si cercano di tutelare tutti i bambini non mettendolo in prima serata, è evidente che non tutti i genitori possono stare in casa con i figli a vedere il film e spiegarglielo (io non ne avrei voglia mezza ad esempio. quindi proibire e basta).

    ‘Anche se ho sempre sognato di essere “sorpreso in attività solitarie” da mio padre che cancella l’imbarazzo dicendomi:
    “Non ti preoccupare, sarà il nostro piccolo segreto… anche io, alla tua età, ero un DISCRETO MASTURBATORE!!” e nel frattempo picchietta sulla spalla paternalmente…’

    preoccupante Tarro questa tua voglia di daddy

    HM

  18. aaeeiioouuyy Says:

    Io penso che un mabbino di fronte a EWS si roimperebbe il cazzo dopo 5 minuti, alrtro che immagini inquitanti.
    Aeiouy

  19. aaeeiioouuyy Says:

    … bambino…
    Aeiouy

  20. anonimo Says:

    un rabbino?

    sì ma aspetta che arrivi alla scena dell’orgia, poi te lo sorbisci tu tutte le sere a dirti che non riesce a dormire e ha paura di fare i sogni brutti ripensando al film.

    HM

  21. io_malo Says:

    se un bambino (sette anni, dieci) alle 21 è da solo a casa a guardarsi la TV regolarmente, è meglio che se ne occupi un istituto, piuttosto che il genitore.
    invece la protezione del Moige è per quei genitori (molti) che tornano a casa e pur di non avere i figli fra i coglioni, gli comprano una TV per la loro cameretta, dove i ragazzini delle medie ed elementari trascorrono quasi tutta la serata, spesso ci cenano.
    molti coetanei delle mie nane fanno così tutte le sere.
    a me sembra di una tristezza infinita.
    stai tutto il giorno fuori casa, torni, e nell’unico momento in cui puoi stare con i tuoi figli, cerchi di isolarli in camera loro con play station, TV e computer.
    beh, meglio non farli i figli, allora.
    un tempo forse c’era una specie di obbligo sociale, nel procreare. ora mi pare che se una coppia vive insieme e decide di non far figli, non si scandalizza nessuno. o sbaglio?
    m

  22. taxxo Says:

    concordo con MALO, per questi problemi la soluzione è semplice: pillola, preservativo, spirali, tappi, toppe, salti….

    se non sopporti le lamentele, le domande, il “dover stare dietro”… allora è meglio se continui con le pugnette!

    altrimenti c’è la vasectomia.. fai un bel nodo alle palle e i bambini non saranno più un tuo problema.

    la censura censura PER TUTTI, ma per tutelare che percentuale di soggetti interessati alla visione?
    poi si parla di un film già trasmesso altre volte che… già censurato e stagliuzzato a dovere.

  23. anonimo Says:

    ‘un tempo forse c’era una specie di obbligo sociale, nel procreare. ora mi pare che se una coppia vive insieme e decide di non far figli, non si scandalizza nessuno. o sbaglio?’

    no infatti non si scandalizza nessuno. al massimo partirà la solita serie di domande tipo come mai non hanno figli? sono sterili? etc etc fatte da chi ha una vita troppo insulsa per pensare ai cazzi suoi

    tanto la verità come al solito sta nel mezzo. è triste anche fare dei figli per lasciarli 24 ore su 24 con la playstation (io però li lascerei tranquillamente 24 ore su 24 con una selezione di giochi PS fatta da me perchè penso che gli si svilupperebbe solo il cervello). non so se sia più triste fare dei figli per lasciarli soli o per guardarci EWS insieme spiegandoglielo come si spiega scientificamente la nascita di un figlio. io per esempio EWS non l’ho ancora capito fino in fondo. e soprattutto penso che il finale non sia stato fatto da Kubrick (che probabilmente stava già troppo male) perchè è tiratissimo e volgare. oh ma perchè vi scandalizzate tanto per EWS in seconda serata? Shining è mai stato fatto in prima serata? no. giustamente. e Arancia Meccanica che manco passa in tv? quello mi sembra molto più grave. nella tv di stato c’è solo della gran mmerda si sa. e anche se non lo è si trasforma in tale stato perchè viene condita con chili di pubblicità a volume devastante.

    HM

  24. MissLIZ Says:

    l’ultima cosa che ho visto erano vecchie puntate di Sex and the City, due puntate beccate per caso di Desperate Housewife e 3 puntate di Ugly Betty……(si chiamano cosi’?).
    devo avere fatto un’ indigestione visiva da piccola dei vari Dallas e telenovelas sud-americane.
    una volta ero tossica di tv, adesso anche il tg lo guardo 1 volta a settimana.
    Poi dove troverei il tempo di guardarmi la tv o un dvd?
    1 h circa di yoga/meditazione, mi lavo, mangio, lavo i piatti e sono in bolla e posso assicurare che vivo benissimo anche senza tv.
    Piuttosto vorrei leggere di piu’…quello si’ e non quando sono al cesso o in fila al semaforo.
    Se ho tempo esco a fare chiacchiere con gli amici che ho voglia di vedere.

  25. MissLIZ Says:

    ah comunque sono aSSSolutamente contraria ad ogni genere di censura.

  26. anonimo Says:

    in effetti TV = gran perdita di tempo e basta. è vagamente guardabile solo da mezzanotte till 5, e sempre se stai mangiando o hai tempo da spendere. beh poi ovviamente ha senso guardarla anche per adorare la Brambilla che parla da Santoro.

    HM

  27. anonimo Says:

    anch’i sono contro la censura ma mettere qualcosa in seconda serata non mi sembra equivalga a censurare. quello che mi fa veramente incazzare è che passino regolarmente Shining stracensurato anche se sono le 2 di notte

    HM

  28. io_malo Says:

    shining l’hanno mandato in prima serata quando è morto kubrick. tagliato irrimediabilmente.
    uno dei tagli più ridicoli è quello dello zombie nudo che spunta dal bagno (prima gran gnocca, poi zombie devastato) che per inciso, è una delle scene preferite dalle mie nane (ogni volta ridono a crepapelle, lui che si avvicina eccitato alla donna, che di colpo diventa vecchia e putrefatta, bleah!).
    uno fa dei figli per vederli crescere, e pensare così di migliorare la propria e altrui vita. poi si sbaglia, per carità, di brutto si sbaglia.
    però ci si prova.
    quando ho scritto ‘le obbligherò a vedere il film in DVD, per dispetto al Moige’ ovviamente scherzavo.
    di solito si media per le visioni, magari incazzandosi alla 5^ visione di “Una serie di sfortunati eventi” (a nè pos piò) però si media fra i gusti di tutti gli spettatori, a volte si va a votazione, a volte a cicli (oggi scelgo io, domani tu).
    comunque, quando guardano un film a cui sono molto legata (è successo con ‘la dolce vita’ e con ‘freaks’, ad esempio) non c’è niente di più emozionante di sentire i loro commenti e i particolari notati da loro a cui noi grandi, proprio non avevamo mai fatto caso.
    poi c’è la volta in cui, invece, prendono e vanno a leggere qualcosa, perché tremendamente annoiate. penso sia normale.
    m

    ps gioco con dei videogiochi con loro, però non posso ‘scegliere io’. anche lì: loro mi fanno conoscere i loro preferiti, io i miei più ‘datati’. pensare di plasmare un altro essere umano è sbagliato a qualsiasi età e in qualsiasi campo. contaminazione, è la parola d’ordine, HM.

  29. anonimo Says:

    sì sono d’accordo per quanto riguarda i videogiochi, infatti sicuramente non glieli imporrei. L’ho scritto semplicemente perchè tu asserivi che era diseducativo lasciarli soli con dei videogiochi. Ovviamente a 6 anni non li farei giocare a Resident Evil o Project Zero nemmeno se me lo chiedessero.

    HM

  30. anonimo Says:

    cmq il taglio pesante di Shining non è dove lui che bacia la tipa che è uno zombie, ma poco prima (o poco dopo non ricordo) di quando si vede l’ammasso di sangue che fuoriesce da tutte le porte e le pareti, e ti assicuro che in tv è sempre censurato a qualsiasi ora della notte, beh comunque spero che tu non faccia vedere Shining alle tue figlie di 5 anni…

    HM

  31. io_malo Says:

    l’hanno visto a 11 e 12 anni, shining.
    e me l’hanno chiesto loro.
    quando si hanno dei DVD in casa, è normale che loro abbiano curiosità.
    di molti film ne parlano con gli amici, e allora si incuriosiscono.
    tempo fa mi chiedevano di kill bill, io gli ho un po’ spiegato chi era tarantino e del perché secondo me non c’era questa gran fretta che loro lo vedessero.
    poi un giorno torna a casa la piccola e mi fa ‘io ho visto kill bill’ a casa del mio amico’.
    io gli ho detto che secondo me aveva fatto male, perché se non c’era nessun adulto con loro, quello che per tarantino è un gioco, se tu non entri nell’ironia, fa proprio senso.
    all’inizio ha fatto una faccia come dire ‘per chi mi hai preso’ poi una notte l’ha sognato… ed io ero lì a fargli PAT PAT sulla spalla, ma ho pensato ‘così la prossima volta ci pensi prima di far delle stronzate a casa di amici, spero’.
    non tutto è guardabile.
    ad esempio quando è uscito La Maleducation, loro volevano vederlo.
    avevano visto Tutto su mia madre e Parla con lei. però non me la son sentita di fargli vedere quello. mi sembrava troppo triste. bello, ma da far male. troppo. e non gliel’ho fatto vedere. l’altro giorno è capitato di tornare in discorso, ed ho detto, OK, lo guardiamo quando volete. per ora ancora niente, forse col fatto che non è più ‘vietato’, non è più interessante…
    io adoro Almodovar, ho tutta la filmografia. però non credo che tutto quel che ha fatto è giusto vederlo a 13 anni. tengo botta, fin che posso.
    volver l’hanno visto con me al cinema, e forse dei 3 che hanno visto è il loro preferito.
    però, dico, deve partire da loro la curiosità per dei film un po’ estremi.
    altrimenti io mica glieli propongo.
    ci son così tanti film che non hanno ancora visto, non credo debbano vedere solo scene estreme.
    m

    ps soccia se son prolissa oggi.

  32. io_malo Says:

    prolissa per prolissa, continuo. (scusa Aiuolina, ma hai toccato un argomento sensibile).

    per quelli che dicono ‘chissenefrega, io me li vedo al cinema o in DVD che taglino quel che gli pare’.
    non sono d’accordo.
    mia madre, e con lei molti italiani della sua età, i film di Kubrick non li andrebbero mai a vedere/cercare.
    se invece lo danno in prima serata sulla rai, è probabile che provi a guardarlo.
    ecco, una cosa che si dimentica spesso grazie alla spazzatura odierna, è che fra i compiti delle reti Rai, il principale è di produrre e fornire cultura. invece oggi è quello di trovare il giusto intermezzo tra una pubblicità e l’altra.
    e allo stesso modo, tagliare un film, è come vedere solo il toro dipinto da Picasso e poi dire ‘ho visto il famoso dipinto di Guernica’. c’è la sua differenza.
    tanto vale non trasmetterlo, anche perché spesso con i tagli indiscriminati non si capisce più niente, e la sceneggiatura va a puttane.
    bona, credo di aver finito.
    m

  33. aaeeiioouuyy Says:

    Ogni parere è ben accetto e mi piace la piega del dibattito di oggi, allafaccia del Moige e di quelli del Meeting di Rimini!
    Aeiouy

  34. anonimo Says:

    vedere Shining a 12 anni è ok, io l’ho visto a 13, alla fine stiamo dicendo le stesse cose. anche tu hai proibito alle tue figlie certi film se non avevi tempo di guardarli con loro o non li ritenevi adatti. per pubblico di minori inteso dal Moige poi bisognerebbe considerare gli under 11-12, non so se questo particolare è specificato da qualche parte

    HM

  35. maso_ Says:

    Un bambino che guarda ais uai sciattt si rompe i maroni… e con lui anche molti adulti.
    Bel film.

  36. anonimo Says:

    un bambino che nasce si rompe i maroni. un omarello muore con i maroni rotti. un qualunquista è nato senza maroni. potete andare a chattare su Ice Wild Chat (non esiste è inutile che andate a cercarla su google)

    HM

  37. anonimo Says:

    ecco masotti mi ha anche fatto scazzare il congiuntivo, che modestia.

    HM

  38. Mishmesh Says:

    Kubrick non è sdoganabile non per il sesso nè per il terrore, ma per il ‘morbid’ e per le tematiche incompatibili con le varie ‘Maggioranze Morali’ delle società democratiche in Occidente.
    EWS è un film claudicante, che troppo risente della decandenza fisica del Nostro, ma ha al centro questa idea di una opacità del cuore umano, un senso di fallimento pendente, già scritto nel rapporto di coppia, una incomunicabilità del segreto.
    Schnitzler è un pretesto, ‘Doppio Sogno’ serve solo per fare ciò che i creatori come Kubrick amano fare: non usare soggetti e sceneggiature originali per non associare a se nessuno nell’atto creativo.
    Per questo certe film, anche se non sono il meglio di un autore, sono uno scandalo o scandaletto permanente per un pubblico medio, un film del tipo è ‘Roma’ di Fellini o certi brutti e buffi film di Fassbinder.
    Un piccolo pubblico nichilista che non regge a lungo lo sguardo interrogante di un occhio spalancato.

  39. HeartMind Says:

    se il pubblico fosse nichilista lo reggerebbe lo sguardo. il morbid cosa è? io conosco solo i morbid angel. a me EWS ha incuriosito più che per il fallimento del rapporto di coppia che era scontato fin da subito, per aver accennato alle feste e alle società segrete che realmente esistono e spesso assolutamente innaccessibili alla gente ‘normale’ e dove probabilmente si fa ben di peggio mettendo in mezzo pure bambini, è quella la chiave del film non il fallimento del rapporto di coppia, poi non so se ti ricordi ma il film termina con nicole kidman che dice a tom cruise ‘non vedo l’ora di andare a scopare’ o qualcosa del genere (ecco ora potete pure non vedervelo più). in ogni caso tutti i film di Kubrick vertono sul fallimento dell’uomo.

  40. HeartMind Says:

    cmq la musichetta di tre note tre che parte quando va al ritrovo dei mostri e ritorna poi per tutto il film è DEVASTANTE. io direi che il film andrebbe guardato solo per la musichetta composta da tre note di pianoforte.

  41. HeartMind Says:

    *di tre note

  42. HeartMind Says:

    ‘io vidi ultimo tango a dodici anni al cinema coi miei nonni’

    io ho visto Lilli Carati li vuole svuotati a 13 invece

  43. Mishmesh Says:

    Il tocco ‘morbid’ del film è innegabile, ma ciò che rende K. sempre indigesto per le maggioranze nichiliste è questo riflesso, fedele nella sua apparente aberrazione, che tutti i film di K. propongono.
    Le maggioranze SONO NICHILISTE, di un piccolo nichilismo pret a porter, nessuno può fargli lo scherzetto di attirarli: ‘Guarda quel quadro’, e invece farle riflettere nello specchio di Dorian Gray: SI ADOMBRANO, TALORA SI INCAZZANO DI BRUTTO.

  44. anonimo Says:

    Grande Giorgia. Ti aspetatvo. Sapevo e speravo in un tuo commento…Ma sì, urliamolo…MOIGE VAFFANCULO!!!
    Piccio

  45. toco Says:

    Troppi comitati contro,è vero a volte sembra davvero di vivere nella Repubblica delle Banane, Ma come ci si può scandalizzare per la messa in onda di un film che chissà quanti adolescenti hanno visto e rivisto sulle tv a pagamento.Sfido chiunque a fare un indagine e scoprire che seppure i bilanci familiari siano ridotti al lumicino Sky c’è in molte famiglie con ragazzi e bambini…(io resisto ed ho 2 figli)

  46. io_malo Says:

    anche io resisto a sky.
    e comunque computer e lettore DVD non si possono usare in assenza di adulti. la TV è accesa dopo pranzo, per qualche cartone o telefilm. poi basta. devono studiare, cacchio.
    se ne riparla all’ora di cena, se ne abbiamo voglia.
    m

    ps comunque sappiate che per queste restrizioni le mie nane spesso mi odiano. vorrà dire che si emanciperanno prima.

  47. taxxo Says:

    MALO, giustissimo!!!

    e all’ingresso della cameretta un bel monito tipo ARBEIT MACHT FREI, i compiti si fanno inginocchiati sui ceci e con i piedi nelle braci ardenti (non quelle finte di MINO D’AMATO!!), se non si finisce tutto quello che c’è nel piatto, fustigazione in sala mensa e d’estate, tanto per capire da subito che la vita è sofferenza, un bel tre mesetti in miniera…

    e tu vai in giro con il baffetto, al passo dell’oca e pretendi il saluto romano?
    che aria pesa in casa…

  48. Smellissa Says:

    io porto ancora oggi i traumi da visione pre- adolescenziale di Twin Peaks, grandissimo telefilm che ha segnato la mia pre-adolescenza. non è il sesso che sconvolge nè il sangue, soprattutto oggi credo, ma il soprannaturale, il mistero inspiegabile, Bob che ti entra nei sogni e ti devasta, il Nano nella stanza rossa, ancora ho i brividi se ci penso. Se avessi dei figli li affiancherei nella visione di questa roba ecco, ma la censura non la condivido, soprattutto di EWS, che poi veramente se penso a quando avevo 12 anni mi sarei addormentata dopo 15 minuti.

  49. aaeeiioouuyy Says:

    Ho visto EWS a Edimburgo. Sono andata là sola ma tanto c’erano tutti perchè eravamo tutti iscritti alla Society relativa al cinema. La notte prima avevo sognato me stessa con la canottierina Hanro che stavo con Paul, che io non avevo mai considerato prima, dato che aveva 3 anni meno di me. E Paul era avanti a me tre file ed ero turbata che gli sarei saltata addopsso lì sulla poltroncina. La mia amica italiana che ho incontrato lì, quando le ho riferito il sogno mi ha detto con accento sassuolese “Bhe, pasturatelo”. E così è stato.
    Cmq EWS si capiva benissimo perchè siu diranno 4 parole in croce e l’ultima parola, confermo, è FUCK.
    Aeiouy

  50. taxxo Says:

    … basta vivere nelle nebbie dei ricordi!

  51. aaeeiioouuyy Says:

    s

  52. aaeeiioouuyy Says:

    Bei ricordi…
    Aeiouy

  53. danildc Says:

    No a Kubrick in prima serata… ma sì, teniamoci la De Filippi, in prima serata, che con lei sì che son sbocchi di cultura. Va mo là.

    DaniLdC che non adora Kubrick ma che si batterà fino alla fine perchè chi vuole lo possa vedere.

  54. MaudeLeboschi Says:

    La verità è che vogliono che schifiamo talmente la tv pubblica per indurci ad abbonarci a quella satellitare. Oppure il GrandeFratello ha deciso che noi trentenni invece di guardare EWS dobbiamo uscire a cuccare o almeno pagare la consumazione, da qualche parte.
    Comunque le scene girate nel bagno nel film sono bellissime e inedite, mai vista una coppia in tv che condivide il cesso…che poi è l’essenza del matrimonio.

  55. io_malo Says:

    ..e poi lei in quelle scene del bagno è talmente stratognocca (come sono le fossettine alla fine della schiena?) che me la farei anche io.
    m

  56. taxxo Says:

    se lo vuoi sapere quelle fossettine le ho pure io… vabbè che 15 cm più sotto c’è il culo peloso.
    ma son poi particolari.

    da un articolone della rivista GEO che mi son ritrovato per le mani, risulta che l’86% degli utenti delle chat è DONNA!
    poi si dice che il punto G non esiste… se non in chi se lo sente.
    poi si parla di un sacco di robe inerenti donne e sesso il tutto contornato da patatone/ine in bella vista a tutta pagina.

    tanto EWS non lo danno, quindi!

  57. MaudeLeboschi Says:

    A me vedere in TV patate o cetrioli decontestualizzati mi fa imbestialire, nono per la patata o per il cetriolo, ma per DECONTESTUALIZZAZIONE….

  58. taxxo Says:

    il nuovo corso della LEBOSCHI è quello delle parole gridate in maiuscolo!
    così, bella aggressiva..

    e che sarà mai una “zuppa del casale” di patate e cetrioli?
    sei di quelle che cambia canale per non arrossire?
    perchè le notizie sui cani abbandonati o sui tatuaggi dei VIP inseriti in coda ad un servizio su omicidi e stragi è adatto al CONTESTO?
    di questa stregua ci bruciamo tutti i TG, i quotidiani e buona parte dell’intrattenimento…

    proponi MAURIZIO tutte le ore?

  59. Smellissa Says:

    un pò OT ma io censurerei invece il costumino attillato per gli uomini, io e l’aiuola in spiaggia abbiamo rischiato l’infarto a causa di un serpentone in bella vista!

  60. MaudeLeboschi Says:

    VERGA e VAGINA ti vanno bene?

  61. taxxo Says:

    VERGA RUFO EMILIANO, terzino sinistro di un compianto Bologna o VERGA GIOVANNI il romanziere?

    preferirei CAZZO e FIGA, ma non so se si possono dire in diretta!

  62. HeartMind Says:

    no VERGA come quella con cui ti autofustighi di nascosto pensando a Malo vestita da Hitler

  63. anonimo Says:

    La verità è che vogliono che schifiamo talmente la tv pubblica per indurci ad abbonarci a quella satellitare.

    Oibò, è vero. Io ho appena visto un quarto d’ora “E!” su un canale Sky e sto già pensando di abbonarmi.

    E’ veramente una droga.

  64. anonimo Says:

    I miei mi han sempre lasciato vedere più o meno tutto quello che guardavano loro, a parte horror e cartoni animati che a mia madre non piacevano.
    Avevo solo un’ora di televisione al giorno, ma da scegliere come volevo, ed è stato così fino a 13 anni.
    Cinema però almeno una volta la settimana! a 8 anni sono scappata fuori dal cinema durante La Mia Africa perchè mi annoiavo troppo…
    Ma erano altri tempi, non capivo sicuramente tutto (tipo la scena del Grande Freddo dove Glenn Close non riesce a dormire, mica l’avevo capito che era fatta di coca!), adesso non so un ragazzino credo che capisca di più…ma questo non significa che si farà influenzare…

    @malo
    mia madre a 14 anni mi ha dato da leggere la sua copia di Porci con le ali, e non la ringrazierò mai abbastanza!secondo me fai bene, certe cose meglio leggerle prima sui libri, anzi tutte le cose della vita è meglio leggerle prima sui libri che farle davvero!

    Eulalia sloggatanonsoperchè e rientrata or ora dalle ferie


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: