3 settembre 2007

Come vivere senza?

sexsignalsSu Style.it ho trovato questa preziosa segnalazione destinata alle donne single. Gli altri libri suggeriti sono tutti un po’ DF oriented anche se la DF è talmente orgogliosa e arroccata sulla propria torre d’avorio che mai ammetterebbe tali letture. Io Sdraiami l’ho letto, su consiglio di Mello, e non mi ha entusiasmata. Nell’ottica di capire meglio l’insondabile psicologia maschile, mi sono lasciata attrarre da La sociologia del rimorchione e Il manuale dello snob, dopo aver letto Intellettualoidi di tutto il mondo unitevi!. Se si conosce il nemico in profondità, ci sono forse più opportunità di conquistarlo.
Sempre gironzolando su questi siti per femmine, ho trovato anche questo test, da fare in questo Settembre carico di buoni propositi. E se tutte troveremo l’uomo giusto, chiuderemo la baracca?
Annunci

54 Responses to “”

  1. Mishmesh Says:

    Se tutte trovate l’uomo giusto, ne aprite un’altra di baracca, baraccone, baracchino, casino.
    Ma tu, Aeiouy, mai hai letto la versione rosa del noto ‘Donne che corrono coi lupi’?
    Uscì anni or sono: ‘Donne che corrono con i barboncini’.
    Non l’ho letto, ma sento che tu dovresti.

  2. taxxo Says:

    Dormire MAI?????

    più tardi vedrò di commentare la dotta selezione libraria..

  3. taxxo Says:

    il test è convincente (domanda 2), soprattutto adesso che la PANINI ha lanciato l’album con le foto degli utenti ed il sogno della mia vita è sempre stato quello si sapere quando la mia partner ha avuto la prima mestruazione o ha tolto l’ultimo dente da latte!

    Il libro della BERNARDA (che solo per il nome andrebbe compatita) cavalca la moda di tutte ste sciacquette pseudominorenni che, raccontando di darla a cani e porci, o frustrate dalla loro esuberanza incompresa (forse perchè hai quel nome???), scrivono le loro gesta che sono poi cose che si elevano un briciolino dal livello rasoterra della shampista che la sera si esalta con le storie di UN POSTO AL SOLE.
    E son spesso opere di fiction.

    Adesso c’è un altro libro in giro, quello di una israeliana che, finito il servizio militare, decide di perdere la verginità viaggiando tra la cina, l’india e il medio oriente…
    Il titolo non lo ricordo.

    Come vedi attendiamo solo le storie dell’ennesima tizia che ha fatto dell’astinenza una ragione di vita finchè non ha aperto un blog ed ha iniziato a scopare come una bestia… se non è vero, inventa!

    I libri dei rimorchioni son sempre molto tecnici.
    Ne avevo uno per le mani con sigle (IDI, CVS….) e tabelle che facevano sembrare l’approccio una sorta di battaglia navale con l’unico scopo di affondare l’incrociatore..

    secondo me non si risolve nulla con queste letture, solo un gran mal di testa e nascita di invidia: SE PUBBLICANO STE ROBE QUI, PUBBLICANO PURE LA MIA LISTA DELLA SPESA…

    …poi da single frustrate, siete molto più simpatiche..

  4. EulaliaDolfi Says:

    io ho fatto il test e mi ha detto che non ho le idee chiare.
    grazie della consulenza, style.it

  5. Smellissa Says:

    Io voglio leggere “Perché gli uomini sposano le stronze e lasciano le brave ragazze”, è un libro che ribalterà del tutto le mie convinzioni credo…

  6. Smellissa Says:

    non mi viene bene questo corsivo, danildc aiuta anche me!

  7. taxxo Says:

    io con gli aiuti della DANI sto messo peggio di prima!
    mi sa che mi iscrivo al CEPU

  8. aaeeiioouuyy Says:

    Non ricordo il risultato del mio test ma non mi pare c’azzeccasse particolarmente…
    Aeiouy

  9. aaeeiioouuyy Says:

    Confesso che io da questi librini sono incuriosita. Li leggo e poidico che mi fanno schifo e quello sui segnali da mandare mi incurisoisce non poco…
    Aeiouy

  10. danildc Says:

    Datemi le vostre e-mail e vi inoltrerò il Bignami dei tag HTML (solo Taxxo non ci capisce una fava perchè, per sua stessa ammissione, è ignorante come un banco).

    Pfui.

  11. aaeeiioouuyy Says:

    La mia la sai. Manda, manda!
    Aeiouy

  12. io_malo Says:

    nel paese dalla gestualità più marcata al mondo (meraviglioso in questo il famoso libricino di Munari ‘il dizionario dei gesti italiani’) non leggerei mai un libro sui ‘sex signals’ scritto da un non-italiano.
    la gestualità non è internazionale.
    quando sono stata a Barcellona per studio, spesso mi intrattenevo con un giapponese (eravamo gli unici due a non farci capire in inglese, e forse ci compativamo a vicenda con uno strano slang misto di spagnolo-catalano-italo-inglese, con aggiunte di O finali per lui). non mi ricordo come e perché andammo in discorso di quanto a me piace l’uomo che si mordicchia il labbro. e lui mi disse che è un classico metodo usato dai giapponesi per evitare lo sbadiglio (sarebbe molto sgarbato accennare ad uno sbadiglio, anche fra amici, per un giapponese). quindi dubito che una giapponese si ingriferebbe a vedere un uomo che cerca di non sbadigliare…
    non so. già siamo tutti diversi e irripetibili, se poi andiamo ad ampliare casistiche fuori confine, non so quanto possa essere attendibile questo libro.
    poi ci dirai, Aiuola.
    m

  13. danildc Says:

    Aeiouy, mandata!

  14. taxxo Says:

    prescindendo dai fraintendimenti di MALO (moglie e buoi dei paesi tuoi, SEMPRE), secondo voi non è la morte del romanticismo uscire con tutto un bagaglio di frasi fatte, movenze provate e riprovate davanti ad uno specchio, argomenti chiave….

    non ci si innamora perchè si crea un’alchimia misteriosa ed anche per caso?

    siamo alla canna del gas?

  15. io_malo Says:

    io di solito prima dell’uscita X sto una ventina di minuti a pensare come potrebbe essere. al buio, in un angolo, con gli occhi chiusi, mi immagino le scene. se mi chiede Yy io risponderò Xx, se lui controbatte con Zy, io devo rilanciare con Xy.
    devo dire che mi rilassa, ed evita l’inesorabile nausea che mi assale quando sono molto agitata.
    poi però, non mi è mai capitato di fare o dire nulla di quel che ho calcolato in quei 20 minuti.
    anche perché poi quando inizio ad avere un po’ di confidenza, escono solo le mie solite battutacce fuoriluogo, e non riesco più a calcolare-trattenere il fiume di cazzate che mi saltano in testa.
    invece una cosa che mi è capitata ultimamente, è di scoprire che sono stata oggetto di intorti di cui io non mi sono minimamente accorta.
    niente di importante, personaggi che anche se non ho colto, fa lo stesso.
    però è incredibile quanto certi uomini, solo per il fatto di aver fatto insieme considerazioni di bassa lena, quasi da bar sport, credono in realtà di aver condiviso intimità.
    ma come sono messi?
    lì non è questione di cogliere o meno, è che sono delle oche morte che a stento riescono a sillabare qualche luogo comune, e dire che basterebbe un’occhiata ‘alla napoletana’ o un sorriso alla ‘bagnino romagnolo’ per non lasciare dubbi sugli intenti…

  16. Smeagul Says:

    Vero… è un po’ come cercare di barare a carte.

    E poi di solito il linguaggio non verbale lo conosciamo già, anche se inconsciamente, e leggere la teoria su carta non aggiunge molto alla pratica.

  17. danildc Says:

    Per me con ‘sto XY e ZY oggi siete troppo complicati.

  18. Smeagul Says:

    Mi riferivo al commento di Taxxo

  19. io_malo Says:

    non ce la posso fare a compilare i test.
    ci provo sempre, ma poi non arrivo alla fine.
    stavolta mi son fermata a questa domanda:
    “Quale fra queste star incarna il modello femminile a cui ti senti più vicina?”
    -Catherine Zeta-Jones
    -Milla Jovovich
    -Jennifer Lopez

    a parte che ho dovuto cercare chi fosse Milla Jovovich, e poi l’unica star che incarna il mio modello è e sarà sempre solo Miss Piggy.
    m

  20. danildc Says:

    A me, comunque, nel test, mi è venuto questo risultato qui:

    L’ATTESA “VIGILE””
    Qualunque cosa tu debba affrontare nella vita, sai farlo con ordine e ponderatezza. Sei equilibrata e con i piedi per terra, ma dotata anche di una forte sensibilità, che ti guida spesso nelle scelte più difficili.
    La ricerca dell’amore eterno non rappresenta l’unico scopo della tua vita, perché sai che per essere felice non devi trascurare aspetti importanti, come il lavoro, le amicizie, gli hobby. Ma sei comunque in un’attesa vigile, perché hai già definito le tue priorità e capito che cosa realmente vuoi in campo sentimentale. Non c’è quindi, in te, un’urgenza assoluta di vivere il grande amore, ma la consapevolezza che questa felice eventualità prima o poi si manifesterà.
    Continua a vivere così. Sei sulla strada giusta per inaugurare un nuovo, importante corso della tua vita sentimentale. Che tu sia in coppia o no, vedrai che l’amore con la A maiuscola ti si rivelerà quando meno te l’aspetti.

  21. aaeeiioouuyy Says:

    Io mi ricordo un articolo di Focus di una decina di anni fa sui gesti. Tipo che se stai con le braccia incrociate, questo è segnale di chiusura, se ti tocchi i capelli ne vuoi e così via. Quell’estate mi divertivo a guardare gli uomini/donne che parlavano e facevo pronostici sulla fine della chiacchierata.
    Aeiouy

  22. Smellissa Says:

    io mi sento Milla dentro e JLO fuori. Ma alla fine ho dovuto segnare JLO…

  23. Smellissa Says:

    c’era anche la storia delle labbra socchiuse quando ne vuoi, io ci faccio sempre caso quando parlo con qualcuno.

  24. alessandroid Says:

    maude è la milla de noaltri

  25. taxxo Says:

    Grazie alla mia REDAZIONE, ecco cosa ho scovato in merito ai discorsi di oggi:

    Segnali che indicano disponibilità a proseguire.

    1. Al primo incontro: guardare negli occhi per un periodo più lungo di quello dettato dalla cortesia. Occhiata falsamente casuale al corpo.

    2. Aggiustarsi l’abito, ravvivarsi i capelli, sistemare la cravatta o il trucco.

    3. Raddrizzare il portamento, petto in fuori e pancia in dentro (comportamento tipico di tutti i bipedi).

    4. Parlare lentamente e con tono pacato. La qualità della voce è tra le prime ad essere alterata dall’interesse verso un’altra persona.

    5. Durante la conversazione sorridere spesso, annuire anche impercettibilmente, piegando il capo sulla spalla.

    6. Tenere le braccia ben discoste dal corpo e le mani aperte.

    7. Giocherellare con un oggetto (un bicchiere, un mazzo di chiavi, ecc.).

    Segnali maschili.

    1. Infilare i pollici nella cintura o nelle tasche dei pantaloni (si tende a puntare l’attenzione sui genitali).

    2. Appoggiare una caviglia sul ginocchio dell’altra gamba.

    Segnali femminili.

    1. Cercare un contatto apparentemente innocente (sistemargli il bavero della giacca, prendergli un polso per vedere l’ora).

    2. Mostrare il palmo della mano e il polso, mentre con l’altra mano si accarezza i capelli o altre parti del corpo.

    Segnali di rifiuto.

    1. Ginocchia incrociate, gambe strette, piedi uniti.

    2. Braccia incrociate sul petto.

    3. Mani unite in grembo o che stringono uno il polso dell’altra, all’altezza del seno.

    4. Coprirsi il viso con le mani.

    5. Tenere un bicchiere in mano fra se e l’altra persona.

    6. Toccarsi il naso o passarsi una mano sulla nuca guardandosi intorno.

    7. Mordicchiarsi le labbra o muovere nervosamente un piede.

    8. Evitare ogni contatto fisico, anche accidentale.

  26. taxxo Says:

    al contrario di quanto dice MALO, e ad avvalorare la tesi “tutta giapponese”, mordicchiarsi il labbro non è dimostrazione di interesse!

    sempre che i tuoi partner non inizino a passarsi il linguone a spatolona lasciandosi sulle labbra litri su litri di viscida saliva… nel qual caso, comunque, li porterei allo ZOO.

  27. io_malo Says:

    non avevo scritto che mi dimostrano interesse mordicchiandosi il labbro.
    no, scrivevo che a me piacciono quando si mordono il labbro nervosamente.
    ma non necessariamente lo devono fare quando sono con me. anche se li osservo da lontano, tipo guardona…
    forse mette in allerta il mio terribile istinto materno… chissà?
    m

  28. danildc Says:

    Nella CNV (comunicazione non verbale) ci sono effettivamente vari atteggiamenti/posture/tic facili da ricordare e che effettivamente corrispondono al reale pensiero del nostro interlocutore. Una mia amica che ne sa a pacchi di ‘ste cose mi ha detto:
    1) chiusura braccia e accavallamento gambe significa veramente chiusura verso chi si ha di fronte o in generale, per esempio in situazioni che non ci sono famigliari dapprima stiamo chiusi, poi se ci rilassiamo cambiamo automaticamente postura;
    2) mordicchiarsi le labbra/umettarsele segno di gradimento verso qualcosa/qualcuno che vediamo o a cui stiamo pensando. Che non sempre corrispondono, occhio;
    3) sfregamento naso significa rifiuto perchè indica un fastidio;
    4) ripulire/sfregare la parte di tavolo che si ha di fronte, tipo spazzar via le briciole con una mano o allontanare oggetti da sè significa voler allontanare quel qualcuno/qualcosa di cui si sta parlando (o a cui si sta pensando, che spesso non coincidono).

  29. zefram Says:

    si settembre è un mese di buoni propositi…aiuola che ne pensi?

  30. EulaliaDolfi Says:

    La CNV credo sia troppo soggettiva come manifestazione per poter essere presa a modello.
    Io di solito vado più sul concreto: di solito al primo incontro fingo di inciampare o di farmi male (spesso non c’è bisogno di fingere vista la mia goffaggine!- infatti questa idea mi è venuta dopo la prima volta che l’ho fatto per sbaglio), se il tipo mi prende al volo e/o si dimostra premuroso oltre la semplice cortesia, di solito è un ottimo segno…

  31. danildc Says:

    Off topic, sorry.
    Smellissa ti ho lasciato un messaggio in privato.
    Grazie e scusate l’interruzione ;o)

  32. io_malo Says:

    a volte, eulalia, sembri uscita da un film di quelli che paiono colorati a mano, dove le donne hanno vestitini color pastello stretti in vita, fanno ‘opps’ quando inciampano e sorridono sempre.
    è pura invidia, la mia.
    tu canticchi nel bosco come ne ‘la bella addormentata’, io faccio esplodere i pennuti con un acuto, come l’orchessa di shrek.
    sono cinica, nichilista e spaccamaroni.
    non mi auguro a nessuno.
    neanche a me stessa.
    m

  33. taxxo Says:

    Un altra teoria in proposito, cara EULALIA, recita al contrario.

    Soprattutto quando si parla di approccio verso la STRAFICA (che poi lo sia o meno è puro atteggiamento personale della STRAFICA), sarebbe consigliabile riportare il livello in parità facendola scendere dal piedistallo.

    In pratica non si deve fare il bavoso complimentoso che ti rifila il fazzoletto pulito e candeggiato appena si sbava il trucco (che poi non conosco nessuno che l’abbia mai fatto, ma assecondare ogni sciocchezza è al pari… e di questi nè pieno il mondo), ma anzi lanciare messaggi di distacco e disinteresse, anche stronzi, tipo:

    – hai una caccola che ti esce dal naso…
    – ma metti sempre quelle orrende scarpe?
    – ho capito subito che non frequenti molta gente…
    – …

    nel dire ste cazzate ti gratti il naso o ti osservi intorno un po’ scocciato.

    La STRAFICA torna sul pianeta terra (forse!).
    e se la carissima simula di inciampare, dare un calcetto alla borsetta direttamente in una pozzanghera…

    così facendo si stimola l’interesse della STRAFICA che solitamente scarta, scarta, scarta, perchè tanto di merce ne trova finchè vuole e che è abituata a trattar male più che ad essere trattata male.

    Non so poi a che risultati porti…

    questo raccontano libri tipo IL RIMORCHIONE ecc. ecc.

  34. marabotto Says:

    comunque la malo non è sempre così,
    ogni tanto è normale,
    ma oggi non è uno di quei giorni
    stefi

  35. io_malo Says:

    cantaaaa!
    usignol cantaaaa!
    ecco, oggi mi sento una delle sorellastre di Cenerentola, col vocione e i piedoni sgraziati.
    però senza la domestica che mi rifaccia il letto… uno schifo, insomma.
    spero di rifarmi venerdì, che vado a vedere gli Abba Show a Pordenone.

    http://www.abbashow.it

    vi lascio, che vado a ripassare i testi
    “…Sing a new song, chiquitita
    Try once more like you did before
    Sing a new song, chiquitita…”
    m

  36. danildc Says:

    http://www.abbashow.it… che figata! Peccato che Pordenone sia nel culo del mondo!!! Non fanno altre tappe?

  37. EulaliaDolfi Says:

    @malo
    anch’io son nichilista e spaccamaroni, ma siccome cado spesso e mi serve qualcuno che mi raccolga, questa diventa una discriminante per gli uomini!
    La prima volta che mi è successo tra l’altro il tipo che era con me si è messo a sghignazzare!
    da lì ho capito che quelli così non sono fatti per me, perchè invece di scendere dal piedistallo mi vien solo voglia di dargli un cazzottone

  38. EulaliaDolfi Says:

    @taxxo
    “Non so poi a che risultati porti…”

    a un bel cazzottone, come dicevo.
    Checché ne dicano i manuali, i cafoni non piacciono a nessuna secondo me.
    A meno che non siano veramente straboni e allora non conta niente come ti comporti tesoro…una bottarella e via te la do lo stesso…

  39. io_malo Says:

    “…una bottarella e via te la do lo stesso…”

    io sono donna molto ‘maschile’.
    non amo la femminilità spicciola, quella del tirarsela, far sorrisini o la voce da deficiente (la stessa che in molti usano con i neonati).
    gne gne gne, pitipì, amorì, amorà e compagnia lagnosa.
    come direbbe Mishmesh, sono
    femmina predatrice e ‘fallica’.
    però, se c’è una cosa che non sopporto del lato maschile delle donne, è l’usare il peggior gergo dell’uomo, quello che dice ‘basta che respiri’, quello da branco, fatto di frasi simili a quella che hai usato tu ‘una botta e via’. sono generalmente molto esplicita e scurrile, ma queste locuzioni da edile salernitano credo non si addicano a nessun essere pensante. nemmeno alle donne nella versione “predatrice e fallica” che tanto prediligo.
    m

  40. taxxo Says:

    mi sa tanto che tra MALO ed EULALIA, nessun “giro di giostra”…

  41. io_malo Says:

    beh, magari su un bel ‘calcioinculo’, con eulalia che mi dà i calcioni urlando ‘stronza!’ ed io che cerco di prendere con la sua spinta la codina per fare il secondo giro, che nel nostro caso sarebbe a forma fallica, ovviamente.
    m

    ps dimmi che a Zola quando fan la festa del paese esiste ancora il ‘calcioinculo’… l’ultimo che ho visto è stato a Zocca, e mi sono emozionata…

  42. taxxo Says:

    il calcinculo NO, ma l’omino degli autoscontri, dei famigerati fratelli TAMMASSIA, è IMMANCABILE!

    TUNZ TUNZ TUNZ TUNZ TUNZ TUNZ

    “Inserisci il sgiettone BAMBINO!!!!!! che si parte…”

    TUNZ TUNZ TUNZ TUNZ TUNZ TUNZ

    e io mi parcheggio tutta sera a tirar pugni al pungiball con quella sua odiosissima sonaglina… con la maglietta bianca e il pacchetto di sigarette arrotolato dentro!

  43. HeartMind Says:

    ‘ e dire che basterebbe un’occhiata ‘alla napoletana’ o un sorriso alla ‘bagnino romagnolo’ ‘

    poi malo mi spiegherai com’è l’occhiata alla napoletana. a me ricorda il già noto ‘guarda chi ti guarda e tromba’

  44. Mishmesh Says:

    Malo, che te devo di’: siamo persone simili, con esperienze dissimili.
    Penso che tu sia dalla parte della vita, ma NON MENO della ragione.
    ribadisco che non ritengo casuale che il tuo sicuro istinto per la vita ti abbia indotto a riprodurti, e nel contempo a valutare con il giusto rilievo la ricerca del piacere e di una POSSIBILE CONVIVENZA.

    Quanto ai ‘dialetti’ esistenti anche nella lingua del corpo e della gestualità: leggete Wittgenstein.
    Egli fu folgorato dalla tardiva scoperta, (suvvia: era mica era antropologo), del carattere convenzionale dei gesti.
    Scoprì l’italianissimo gesto di lisciare la gola con l’indice o le quattro dita, partendo dalla glottide verso l’estremità del mento, per significare: ‘Chi se ne frega’, e stupì.
    Anche il linguaggio del corpo conosce ‘dialetti’.

  45. EulaliaDolfi Says:

    “non amo la femminilità spicciola, quella del tirarsela, far sorrisini o la voce da deficiente (la stessa che in molti usano con i neonati).”

    malo, io invece non sai quanto le invidio, quelle delle mossette e dell’ammiccamento! Io ultimamente ci provo, ci provo a essere così, visto che dalla mia esperienza pare che funzioni abbestia, mentre mi dicono che la mia natura da zoccoletta forbita spaventi i maschietti…
    Sul discorso “locuzione da edile”, vorrei il tuo permesso per rubarti la frase, oggi vado a pranzo con il mio migliore amico e so già che la adorerà!!!

  46. io_malo Says:

    HM, l’occhiata alla napoletana è qualcosa di indescrivibile… ci provo.
    lui può anche giocare a carte, guardare la TV, parlare con amici, ma qualsiasi essere lontanamente femminile, lui riesce a guardarlo passare.
    dà un’occhiata generica di pochissimi istanti, giusto per dare una valutazione d’insieme, poi guarda dritto negli occhi.
    severo e turbato. magari continua pure a parlare con gli amici di altro, ma il suo viso segue inesorabile i nostri occhi, finché non li abbassiamo.
    ecco, con questa occhiata, anche se non si distoglie dagli occhi, anche se non ti sta guardando la scollatura o il sedere, l’homo Napoletanus riesce a farmi sentire nello stesso imbarazzo che mi sentirei se fossi in piazza del plebiscito nuda.
    sta poi al coefficiente di zoccola che è in ognuna di noi disegnare il seguito.
    m

  47. alessandroid Says:

    “mi dicono che la mia natura da zoccoletta forbita spaventi i maschietti”

    spaventa i maschietti ed attizza i maschiacci
    sempre ammesso e non concesso che “zoccoletta forbita” non sia un ossimoro

  48. alessandroid Says:

    a proposito di zoccolette forbite… stasera imperdibile show

    http://antoniettalaterza.wordpress.com/2007/08/23/peppermonapuppis-2/

  49. EulaliaDolfi Says:

    “spaventa i maschietti ed attizza i maschiacci”

    a trovarne, qua c’è una carenza di testosterone in giro che mi viene da piangere

  50. danildc Says:

    Ah sì, al quadriportico di Vicolo Bolognetti. Partecipa anche una mia amica, che decanterà la genesi del pompino emiliano.

    Imperdibile.

  51. taxxo Says:

    Lo sapevo DANI che conoscevi solo la gente giusta…

    i maschietti, qui, son tutti lettori silenziosi. Sono spaventati dalla vostra levatura culturale e dalla vostra aggressività di donne emancipate!

    e probabilmente i jeans stretti, lo stress e l’inquinamento, non fanno solo cascare i capelli..

  52. alessandroid Says:

    “qua c’è una carenza di testosterone in giro che mi viene da piangere”

    qui sul blog puoi leggere molto testo sterone

  53. alessandroid Says:

    A proposito di testosterone, non mi è chiaro se grisù ne aveva troppo o troppo poco

  54. EulaliaDolfi Says:

    Troppo a parole…troppo poco alla prova dei fatti.
    Era nella media, quindi…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: