Le avventure di Gua Linn Cobaci

8 novembre 2007

“ E Raffaella canta a casa mia..”

raffa_ita

Ladies and Gentlemen, godetevi il ritorno di quella smandrappata di Gua Lin Cobaci, direttamente da Parigi.

Io di lavori di merda nella mia vita ne ho fatti, non mi vergogno come tutti ho bisogno di portare a casa la pagnotta e non mi tiro indietro davanti a nulla…McDonald’s, cameriera in un ristorante londinese gestito da spregiudicati pregiudicati calabresi – ho resistito 5 giorni, poi mi sono licenziata, ma prima ho spaccato qualche bicchiere e piatto in preda all’astio -, hostess per svariate fiere – dai mattoni al fitness -, segretaria in ditta metalmeccanica che fabbricava ferri da stiro – immaginate come uno si possa sentire realizzato -, la barista/gelataia promiscua e molti altri che ora non starò qui ad elencare. Solo che stoltamente credevo che, dopo avere fatto svariati stage e altre esperienze più o meno mal retribuite, in un campo che avevo definito come il mio campo d’interesse, fosse tutti in discesa, tanto più che per trovare uno straccio ho pure cambiato paese.
Mi sbagliavo, infatti, come dice mia nonna, non c’è limite al peggio ma finché c’è la salute
La salute, nonna cara, per ora c’è ma credo che verrà presto messa a repentaglio dal lavoro che sto svolgendo in questi giorni.
Infatti, dopo avere rifiutato di lavorare per una ditta dove mi sarei dovuta occupare di recupero crediti (bastardi!), ho accettato di fare del temutissimo telemarketing, anche se anni fa avevo giurato a me stessa che non l’avrei mai fatto. Ma badate, non è la solita menata dei sondaggi, o del “ti vendo un abbonamento telefonico-tv-cellulare che più di così non si può”, bensì io devo recuperare oro o altri metalli preziosi che vengono riciclati dalle protesi che il dentista ci infila in bocca (capsule, ponti…). A parte che solo l’idea che l’agente commerciale poi se ne torni a casa con il suo gruzzoletto di denti mi fa rabbrividire…ma questo è il meno. Lavoro con una banda di abbruttiti che si salvi chi può. Addirittura ci sta la capo squadra che lavora lì da due anni, io mi chiedo come ancora riesca a parlare…ma lei sembra tanto contenta! Oggi mi ha ordinato addirittura di cambiare cognome perché secondo lei il mio risulta troppo difficile, così oggi sono stata tutto il giorno la Dott.ssa Forti, tranne quando ho dovuto chiamare uno che si chiamava Galeone, e allora ho detto di essere la Dott.ssa Nave, e mi sono fatta tristezza da sola, ma in qualche modo uno se la deve pure fare passare. Inoltre oggi c’è stata pure la degenerazione creata dalla comunicazione dei risultati dello scorso mese, standing ovation, pacche sulle spalle, applausi, chi ha fatto 6Kg, chi 3, uno tutto incazzato perché non ha fatto una mazza, la squadra tedesca non finiva più gallarsi, gli spagnoli tutti giocosi, insomma pareva di stare a “Giochi senza Frontiere”. I risultati ovviamente ci sono stati comunicati dal direttore generale, un figlio di puttana che pare un incrocio fra Andy Garcia e Teo  Teocoli, che il primo giorno mi ha simpaticamente accolto con la seguente frase : “Vedi di farci guadagnare dei soldi, che si avvicinano le feste, e ne abbiamo bisogno!”. Si è poi allontanato sulla eco della sua risata tonante. Grazie, ora che mi ha fatto rilassare sto molto meglio! Lui non fa nulla tutto il giorno, sta semplicemente chiuso nel suo ufficio nella penombra, e ci scruta dalle persianine…insomma il suo ruolo è fondamentalmente quello di mettere della gran ansia.
Ma non è il GranDirettore, non è l’analisi che mi dovrò pagare dopo i svariati sdoppiamenti di personalità a cui vengo sottoposta, non è il loop della stessa frase ripetuta per 4 ore, non sono le umiliazioni costanti a cui noi poveretti siamo sottoposti, il mio vero terrore è Francesco…mio vicino di scrivania, un BARES’ DI BIDOND’ che si rivolge a me con il simpatico appellativo di “LA BOLOGNES’”…ecco lui è il mio nemico numero 1! Perché a parte la spocchia, si galla con chiunque del fatto di essere PUGLIES’, sostenendo l’indiscussa superiorità di Lino Banfi rispetto a Paolo Villaggio con il collega genovese, a parte le battute infelici, oggi avrà chiesto 6 volte a una collega spagnola “Tu parli bene SPAGNIUOLO, l’hai imparato all’Alliance Française?” (e poi non chiederti se la gente non ti saluta), a parte che mi attacca delle pippe sui suoi amici che studiano al Dams a BOLOGN’, a parte tutto questo, lui fra una chiamata e l’altra, forse per non pensare al fatto che la spagnola non gliela darà mai, lui, maledetto, cosa fa? Attacca con il ritornello del tormentone del suo idolo Tiziano Ferro…e Raffaella canta a casa mia…a squarciagola, perché ha paura che noi con le cuffie non lo si senta bene. Insomma se consideriamo che lavoriamo 4 ore al giorno, che facciamo in media una chiamata ogni 30 secondi, qualcuno è in grado di dirmi oggi quante volte ho subito l’infernale supplizio?

Annunci

35 Responses to “Le avventure di Gua Linn Cobaci”

  1. taxxo Says:

    COBACI, per trovare un pugliese rompicoglioni ti bastava rimanere a Bologna dove ormai son come tortellini, torri e tette!

    ma a chi telefoni?
    che servizio fornite???

    il tuo capo si fa chiamare FUHRER e lo salutate col braccio teso?
    cercate uno che estirpa le protesi co la tenaglia?

  2. poketcoffee Says:

    beh! almeno non canta gigi d’alessio e nemmeno i phoo!
    Quest’estate dividevo un lurido sottotetto al sesto piano di un albergo a milano marittima con due ragazzotte insignificanti di “Beri”… gli unici CD che si potevano ascoltare erano: Tiziano Ferro, Gigi D’Alessio + Tatangelo, Phoo, Pausini e Baglioni.

    Una volta, la madre di una delle due, in visita alla figlia, consegna una borsa frigo con dentro una mozzarellla di bufala. La scema se la porta in camera e se la dimentica lì per 4/5 giorni. Mozzarella + sottotetto rivestito di legno + pieno agosto e sole cocente + Tiziano Ferro.
    Non so se mi spiego!
    Coraggio GuanLinn!

  3. Smellissa Says:

    questo astio contro i pugliesi non lo comprendo…

  4. taxxo Says:

    mio o della COBACI?
    nessun astio.. se cerchi un rompicolgioni, nella fattispecie un pugliese (che in questo caso non è un’aggravante, è solo un dato di fatto) lo trovi più facilmente dove ce n’è maggior densità!

    non volevo offendere nessuno, se ti riferivi a me.

  5. aaeeiioouuyy Says:

    Gua Linn, ma il tuo amico conosce un nostro amico damsiano proveniente dalla stessa località?
    Aeiouy

  6. danildc Says:

    Sull’accoppiata Nave-Galeone ho riso veramente tanto forte. Troppo forte. Vabè chissenefrega, ormai è pausa. Comunque il tuo racconto ha sdoganato ai miei occhi buona parte dello schifo che tollero tutti i giorni. Tieni botta!

  7. mazzetta Says:

    …pensa che quelli Beri prendono per il culo quelli di B’tont

    che incidentalmente si legge: tonto due volte…

  8. RossaNaturale Says:

    Consolati così: dopo 4 ore di questo tormento, è Parigi…

  9. danildc Says:

    E’ vero! Qui, dopo otto ore di tormento, esco e al top dell’esaltazione vedo la coda in viale Lenin.

  10. alessandroid Says:

    non ho capito in che cosa consiste il lavoro
    andare dai dentisti e raccattare gli scarti della lavorazione ?

  11. alessandroid Says:

    “segretaria in ditta metalmeccanica che fabbricava ferri da stiro – immaginate come uno si possa sentire realizzato -, la barista/gelataia promiscua”

    quest’ultimo ti realizzava di più immagino

  12. taxxo Says:

    Comunque, a parte tutta sta polemica della laureata che non si accontenta di fare un lavoro da nazista a parigi, ingrata, non comprendo la polemica per i melodiosi versi del caro Ferro Tiziano.
    intanto, a non fargli prendere l’umidità del livello musicale “rasoterra” resta pur sempre Fiorello con san martino.. e poi Tiziano è un eccelso ballerino anche se sembra non si sia sfilato di dosso l’attaccapanni.

    e poi piace un casino alle mamme…

  13. io_malo Says:

    parigi o cara
    stefi

  14. marabotto Says:

    malo, ziochicco, per fortuna che t’avevo chiesto:
    ti sei sloggata?
    si, si
    stefi

  15. io_malo Says:

    oggi mi si deve perdonare tutto.
    ho bisogno di una nuova vita.
    oppure una spalla su cui piangere.
    soccia che giornata di merda.
    m

    ps il mio film preferito non si cita a sproposito, comunque.

    pps oggi la stefi ha imparato una frase: ‘la legge del contrappasso’ e chi la ferma più?

  16. marabotto Says:

    parigi o cara è anche “uno dei miei cinque films preferiti” e poi comunque non è che l’ho citato proprio a sproposito

    OT:
    prima per cercare di tirare su io_malo, metroquadro ed io l’abbiamo portata da moncibè ma non è contato
    stefi

  17. GuaLinnCobaci Says:

    Allora, innanzitutto oggi il bares’ di bidond’ mi ha chiesto quando gli faccio la salsa bolognes’ e mi sono cadute le balle…

    Per accontentare la vostra curiosità riguarda all’attività che svolgo, vi informo che sì mi occupo di raccattare gli scarti di dentisti, orafi e odontotecnici, oggi però a uno che mi ha detto: “Ma io ho una catenina” ho risposto: “Prendiamo anche quella…” e mi sono guadagnata il pane, almeno per oggi!

    Il capo, caro Taxxo, non lo salutiamo perché con la testa dentro il pc, non lo vediamo nemmeno, percepiamo solo la sua presenza, un pò come Dracula…Presumo che se mi dovessero assumere a tempo indeterminato, mi daranno una pala e organizzeranno spedizioni punitive ad Auschwitz, che lì i denti d’oro si sprecano…

    Per quanto riguarda i pugliesi, ho dato semplicemente sfogo a un’inclinazione che mi porto dentro da tempo, e qui, dove vige il tutti contro tutti, ho finalmente potuto esprimermi a briglie sciolte!

  18. MaudeLeboschi Says:

    Guendalin,
    è evidente che l’aria di Parigi ti fa del gran bene…

  19. taxxo Says:

    Ieri sera mi è venuto in mente un’alternativa alla FUGA (dovrò trovarne una anche alla FIGA – anche se da anni pratico solitarie strade parallele – ma è un altro discorso) all’estero per trovar lavoro.

    Uno potrebbe fare il PRESENZIALISTA A FUNERALI VIP.
    Tralasciando le foto alla Corona (Vedi Erba ed AZUZ), uno potrebbe andare a questi funerali, accaparrarsi il santino del caro estinto per poi rivenderselo in EBAY.

    Qualcuno che se lo compra c’è di sicuro…

  20. danildc Says:

    Presto, qualcuno tricostimoli la Malo prima che mi si deprima del tutto!

  21. io_malo Says:

    ieri l’unico uomo che ultimamente mi intriga (una specie di Lamberto Sposini, più ciccio, sfatto, di almeno 50 anni, sempre con la cravatta a nodo grosso -orribile- e che quando cerco di fermare con una scusa tipo ‘ha da cambiare un euro con 2 da 50’ è sempre al cellulare, e così deglutisco tutte le parole preparate mentalmente lungo tutto il tragitto che ci separa prima di incrociarlo) aveva la barba di un giorno, che non gli avevo mai visto, e incrociandolo -lui sempre al telefono- ho pure udito che gli manca la R, cosa che io adoro.
    ecco, tricostimolata lo sono stata, pure vocalmente stimolata, ma non c’è modo di tirarmi su.
    troppo casino nella mia vita.
    ci vorrebbe uno di quei programmi per pulire i computer dai file morti: CleanMalo 5.3, me lo inserisco nell’HD (no Taxxo, l’USB non ce l’ho nelle mutande) e rinasco, pronta a nuove applicazioni.
    uffi.
    grazie Dani, ma non so, stavolta ci vuol di più di una tricostimolazione…
    m

  22. taxxo Says:

    15 cm di padulo?

    comunque ti piacciono dei soggetti da raccapriccio..
    è come se io facessi outing ammettendo un’irrefrenabile passione per Moira degli elefanti…

  23. io_malo Says:

    soccia, Moira è un mio mito.
    se mi confessassi, Taxxo, di averla soddisfatta carnalmente, il tuo punteggio ai miei occhi salirebbe alle stelle… anche se non so a che pro!
    m

    ps ho esagerato nella descrizione del clone di Sposini. però di sicuro bello non è… ho passato la mia infanzia tra la fine dei 70 e l’inizio degli 80 a giocare con mostri di ogni tipo, nightmare, la casa, e Dario Argento come se piovesse al cinema, lettere a Babbo Natale in cui chiedevo lo Slaim Verde specificando ‘però quello con i vermi finti dentro, che quello normale ce l’ho già’ e poi secondo te dovrei arrivare ai miei 36 anni a perdermi dietro a lucidi e plasticosi big jim di carne? io son fedele alla linea, e figlia delle mie putride radici…

  24. taxxo Says:

    Moira se la tirava e ho rimediato con l’elefante…

    è un peccato MALO che abbiano trasformato la discarica di san lazzaro, il montagnone del rusco, in una specie di parco… sai che “affari” che avresti fatto li!

  25. io_malo Says:

    sarei l’unica araba fenice che rinasce dalla montagnone del rusco…
    che poetico che sei, taxxino caro!
    m

  26. EulaliaDolfi Says:

    ma l’azienda dove lavora gua linn è un ghetto di immigrati?
    No perché pur essendo a Parigi mica si sente parlare di UN francese…

  27. TheBigStve Says:

    Se Gua Linn vuole andare a fare la gelataia conosco uno che ha un sacco di gelaterie a Parigi

  28. GuaLinnCobaci Says:

    Sì è una società che assume solo emigrati abbruttiti…oggi ho scoperto che ha pure una rivale temutissima con base a Zurigo…terribile! Oggi dovevo chiamare i dentisti in provincia di BS; un dentista padano mi ha risposto che lui rende le capsule d’oro ai pazienti che se li fondono per farsi degliu orecchini, oppure le danno ai negretti….con questa frase credo che intendesse dire che li danno in beneficienza…dopo questa chiamata ho cominciato ad avere la tachicardia! Inoltre non abbiamo nemmeno Internet, solo i capi vi possono accedere!

    Aiuto!

  29. GuaLinnCobaci Says:

    Ieri sera mi è venuto in mente un’alternativa alla FUGA (dovrò trovarne una anche alla FIGA – anche se da anni pratico solitarie strade parallele – ma è un altro discorso) all’estero per trovar lavoro.

    Caro TAXXO,

    finalmente hai finito di girarci intorno e hai ammesso di essere nu’ rigghione…bravo!

    Per quanto riguarda i funerali VIP, purtroppo non ho colto la palla al alzo con quello di Diana, e chissà quando un altro Vippone andrà a schiantarsi sotto il tunnel dell’Alma…

    Oggi BARES’ non la finiva più di chiedermi quando gli farò una salsa BOLOGNES’…aiuto!

  30. taxxo Says:

    i famosi spaghetti alla bolog_nes?

    COBACI, sveglia!! a te l’oro da alla testa.
    Le strade SOLITARIE che ho intrapreso da anni secondo te cosa vuol dire?
    che uso il culo come portacenere?

  31. alessandroid Says:

    “è una società che assume solo emigrati abbruttiti…”

    allora perchè non apre una sede a tor di quinto ?

  32. GuaLinnCobaci Says:

    Scusa Taxxo avevo capito secondarie…ma ero davvero felice per te, peccato! Gioco di mano…gioco da villano diceva la mia defunta nonna…lei si che lo faceva il sugo alla bolognes’!

  33. TheBigStve Says:

    Io penso che non intendesse il vero sugo, come credo abbia suggerito Taxxo, bensì un’altra, nota, specialità bolognese

  34. Goscartan Says:

    Merda che gabbia di matti!

  35. GuaLinnCobaci Says:

    Io penso che non intendesse il vero sugo, come credo abbia suggerito Taxxo, bensì un’altra, nota, specialità bolognese

    No, non credo sia in grado di fare allusioni, implicherebbe troppi passaggi logici e la sua mente elementare non é programmata per questo!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: