13 novembre 2007

La spesa degli altri

spesa

Sabato pomeriggio ho visitato i centri commerciali della mia città perchè un complesso meccanismo mentale mi porta a pensare che faccio prima a portarmi su la spesa da giù a su piuttosto che recarmi direttamente a Bologna e far dei viaggi con fornetti, bacinelle, caffè, Swiffer, leggii per pc perchè mi dà sicurezza girare con sicumera nei posti che conosco invece di esplorare l’inesplorato qui e, proprio per questo, penso che non sono ancora pronta per Bologna ma questa è un’altra storia.
Al Marco Polo della mia città, mentre facevo la fila alla cassa per cambiare in garanzia una vecchia piastra, mi sono guardata intorno. Oltre a notare che i sapienti commessi avevano messo in bella vista alla cassa, insieme il dvd del Papa dal nome Totus Tuus e il cd del nostro illustre concittadino Fabri Fibra, sul quale era scritto Contiene testi espliciti, e mi immaginavo i due a braccetto insieme, GPII e FF, vedo che un ragazzotto dietro di me stava comprando il cd originale di Anna Tatangelo.
Alla cassa del supermercato, invece, c’erano due ragazzi sulla trentacinquina, effettivamente un po’ ruspanti. Lei era fresca di parrucchiere di centro commerciale, con un carrè con punte verso l’esterno colpite da violenti colpi di sole sul rosso. Lui, un mingherlino grezzettino con capelli brizzolatini a spazzolina. Mentre io fissavo il carrè, la commessa stava litigando con le mutande del tizio StressNoStressPompea, il cui codice non voleva farsi leggere e la commessa stava, appunto, dicendo che Non ne passava nisciuno, procurandomi un brivido lungo la schiena e pensando che, rispetto alla media dei miei concittadini, seppur a volte ho bisogno del traduttore simultaneo qua in Altitalia, io posso tranquillamente essere considerata nella mia terra una Cruscante ma questa è ancora un’altra storia.
Al Nisciuno la mia attenzione si desta e vedo la spesa dei nostri. Oltre a  StressNoStressPompea, la portatrice sanna di carrè aveva comprato un’edizione moderna di Harmony!!!!!! Erano secoli che non ne vedevo uno da così vicino e non sapevo che delle mie coetanee potessero trarne ancora godimento! E poi c’erano quintali di Grancereali, forse uno dei due fa fatica a fare la cacca, e dei biscoitti tipo Ringo che vanno prima staccati, leccati e poi affondati nel latte. Che mondo strano quello di questa sventurata coppietta che ha avuto la sventura di capitare davanti a me alla cassa del supermercato per essere oggetto delle mie riflessioni disturbate.
Un amico ha detto che, considerando che c’è gente come me in giro, bisognerebbe mettere dei gabbiotti alle casse per prevenire le violazioni della privacy di fronte ad un fatto intimo come la spesa. Magari i due, mentre pensavo che erano stitici, avranno pensato che io ho dei forti problemi di alitosi data la quantità di chewingum che acquisto.

Annunci

49 Responses to “”

  1. taxxo Says:

    Una puntata di Dottor House ha insegnato che grosse quantità di cicles possono avere effetti lassativi!
    In pratica è come riempirsi il carrello di cereali…

    In effetti i posti migliori per conoscere le umane genti sono le file: alla posta, al supermercato, in banca… non sottovalutiamo i treni.
    Io mi porto sistematicamente un libro che non riesco neppure ad aprire per farmi i cazzi degli altri..

    Comunque per farsi strani viaggi mentali su di te non importa guardarti nel carrello: una che “Son trentann che stag a bulogn..” e non va nei centri commerciali locali, verrebbe rifiutato in analisi anche da Morelli ed Alberoni.
    Forse solo Crepet, ma dovresti lavargli i maglioncini di cachemire con l’ammorbidente!
    saresti in grado?

  2. aaeeiioouuyy Says:

    C’è un nuovo prodotto di Vernel, ad edizione limitata, che potrei testare…
    E poi io ci andrei pure quassù ai centri commeciali ma giù sono indiopendente con i mezzi, macchina e poi treno e poi taxi a casa mentre qui devo inginocchiarmi, solo per mendicare, per ottenere un passaggio in questi, per me, luoghi di desiderio.
    Aeiouy

  3. EulaliaDolfi Says:

    io ho sempre paura che qualcuno guardando la mia spesa settimanale faccia ardite conclusioni sul mio stile di vita di tristezza e solitudine.

    Outing della mia spesa di ieri:
    2 confezioni di verdure grigliate coop
    2 conf. di broccoli lessati coop
    2 melanzane
    1 conf di pomodorini
    1 conf di tofu
    1 pezzo di salmone
    (=sempre a dieta)
    4 cipollotti
    (= stasera nessuno sentirà il mio alito da vicino)
    2 confezioni di riso pronto scotti
    (= torno a casa così tardi che non ho neanche tempo di bollirmi il riso)
    1 conf. di chewing gum
    (=non si sa mai che nel w-end mi vada bene)
    1 conf. di carta igienica
    (per gli effetti collaterali del chewing-gum).

  4. EulaliaDolfi Says:

    @aeiouy
    visto che siete tutte vicine di casa (magari chissà in futuro anch’io…incrociate le dita per me che tra 20 minuti vedo l’agente immobiliare…) potreste organizzare un taxi diviso tra tutte per andare e tornare dal fantastico e perturbante MERAVILLE.
    Io devo ancora riprendermi dall’ultima volta che ci sono andata.
    è l’Achille Lauro dei supermercati, l’Hercules della grande distribuzione…è un’esperienza imperdibile.

  5. io_malo Says:

    anche io mangio i gran cereale al cioccolato. ma non per problemi intestinali.
    sono gli unici biscotti senza latte e derivati che mi piacciono.

    io mi faccio i CDA (cazzi degli altri) ovunque.
    non riesco a non esser rapita dagli altri.
    infatti se uno mi vuole intortare non mi deve portare a mangiar fuori, perché io difficilmente ascolto/guardo il lui della situazione. anche se è affascinante e persuasivo compagno, gli altri sono sempre più interessanti.
    poi quando esco dal ristorante/supermercato/bar continuo la storia a modo mio.
    mi immagino questi che arrivano a casa, mettono a posto i gran cereali e i Ringo nella cucinina da merctoneUno, e crollano sempre per terra perché son tutte confezioni che rotolano..
    guai a non farsi puri e sani CDA, sono il mio romanzo quotidiano preferito.

    malo

    ps bei tempi quando potevo mangiare i bucaneve

  6. taxxo Says:

    già che c’è il degrado…
    le cacche dei cani…
    il coprifuoco bibite “fuori” delle 22…
    il coprifuoco bibite “dentro” delle 2…
    SIRIO il dragone…
    RITA…
    i lavavetri…
    la ZTL…

    CI MANCAVA SOLO L’ANGOLO DELLA ZITELLA!

    Proponete a Cofferati di circoscrivere una zona ROSSA stile Amsterdam.. vi mettete discinte in vetrina e vi risolvete qualche problema.

  7. EulaliaDolfi Says:

    anche taxxo secondo me fa una spesa che dice molto di lui…oppure gliela fa la mamma e si vergogna a dirlo…

  8. taxxo Says:

    io campo d’amore… quello che evinco da ogni commento.

    nei tuoi soprattutto.

  9. marabotto Says:

    siamo tutti dei nanni moretti..
    vi ricordate in bianca, quando schedava gli amici, eppoi quando veniva a sapere che si erano lasciati, andava a casa ed aggiornava la scheda
    stefi

  10. MaudeLeboschi Says:

    stamane sembrate tutte/i ninfette col carrello plannanti…io che aborro il carrello, e l’ombrello….forse è la desinenza che non funziona…
    faccio solo spese alla giornata…per vivere all’avventura, on the road, oggi se magna domani chissà….
    e alla cassa sembro fantozzi praticamente e tutto mi cade a terra ma strappo sempre un sorriso al ragazzotto…

  11. aaeeiioouuyy Says:

    Alla Pam un giorno vado con una delle spille acquistate in via del Pratello a forma di Bucaneve.
    Il cassiere, timidamente, mi fa “Guardi che ha un biscotto” eio “Sì, lo so” e lui “Sì, ma ha un biscotto che sta per cadere” io strabuzzo gli occhi e gli urlo “Guardi che è una spilla!” e lui, per difendersi “Non si sa mai, credevo avesse aperto una confezione, a volte lo fanno, e che le fosse rimasto lì il biscotto…”.
    In quyesto caso era il commesoo che non si faceva i cazzi suoi…
    Aeiouy

  12. RossaNaturale Says:

    Anche io guardo spesso nei carrelli altrui. Ma la mia scena preferita al super sono le mamme stravolte con l’occhiaia e lo sguardo spento, mentre il cinno nel carrello tira giù dagli scaffali tutto, tocca tutto, urla perchè vuole tutto, apre tutte le confezioni nel carrello. Il massimo è quando la mamma ha la carta bloccata e non ha contanti per pagare…mentre l’adorabile bimbo ha già assaggiato 4 confezioni tra patatine e cioccolate! Come rido! Grazie, o inventore dei contraccettivi!

  13. io_malo Says:

    io sono mamma dall’occhiaia e sguardo a volte spento, ma le mie figlie così come dici, non han mai fatto.
    e se mai c’hanno provato, hanno ancora i segni del mio sguardo che in questi casi si desta e diventa fulminante, che il raggio ottico di Ciclope a me mi fa un baffo.
    m

  14. io_malo Says:

    comunque, lo so che non interessa a nessuno, ma una volta avevo scritto un raccontino sui carrelli dei supermercati… paragonandoci a degli stercorari (i ruzzolamerde) visto che loro dentro alla pallina che fanno rotolare ci fanno le uova, e che quell’agglomerato merdoso dopo le sfamerà, noi facciamo una roba simile quando inseriamo il pargolo nel nostro ruzzola-cereali…
    m

    ps il racconto era un filino più lirico, scritto così non rende poi tanto, me ne rendo conto…

  15. Smellissa Says:

    lo Zitella Corner si fa sempre più interessante però, la prima che si fidanza offre la cena a tutte!

  16. danildc Says:

    Sul rullo della cassa, quando vivevo coi miei:
    -Cosmopolitan
    -Calze autoreggenti
    -Dove (quello approvato dai capi neri)

    Sul rullo della cassa, quando vivevo sola:
    -Insalata prelavata, pretagliata, premasticata
    -Trivoglio Bonduelle
    -Tonno
    -Speck
    -Nutella
    -Baguettes da scaldare in forno
    -Nescafè

    Sul rullo della cassa, da qualche mese (raggruppo per categoria):
    -ingredienti per torte
    -ingredienti per lasagne
    -verdura fresca
    -frutta fresca, specialmente cachi
    -petti di pollo
    -parmigiano
    -detersivi, brillantanti, sale per lavastoviglie, ammorbidente, ecc…
    -sabbiolina per gatti, quella che fa la palla
    -caffè

    Da questo punto di vista la mia vita di bambocciona mi manca molto.

  17. MaudeLeboschi Says:

    la baguette mistica….

  18. marabotto Says:

    io più che la spesa altrui al supermercato tengo d’occhio le coppie senza figli, da una mia personalissimia classifica il 70% delle coppie fa sommesse litigate durante la spesa, cioè litigano a denti stretti
    stefi

  19. Smellissa Says:

    la spesa migliore comunque è quella fatta dal pakistano in Via Guerrazzi alle 21:30, con annesse Corona e limone tagliato…

  20. TheBigStve Says:

    Che posti frequentate?

  21. TheBigStve Says:

    Non era per fare della polemica, ma per evitarli… sparate il nome che non voglio che mi guardiate nel carrello

  22. io_malo Says:

    poi Smelissa in via guerrazzi magari metti le mani nei sacchi di lenticchie, solo che invece di una voce fuori campo che esalta le gesta di un’insulsa parigina, vi ritrovate un agente dell’ASL che vi multa, a te, il pakistano e la pseudo-birra.
    m

  23. taxxo Says:

    DANI, ma quanta sabbiolina per gatto prendi?
    tutti i giorni?
    E’ ora che insegni all’ELVIS a pisciare come i cristiani!

    far la spesa nel negozio dove dici “il solito” è un conto, farlo nel centro commerciale è un incubo!
    Sei frenato dalla “vasta scelta”, “l’offerta”, il banchetto con gli assaggi…
    La crisi vera ti assale quando cerchi gli stuzzicadenti (piano terra “accessori”, primo piano tra le candele e le pentole? – che è un po’ come chiedersi se “la lingua è carne o pesce?”) o quando devi acquistare la carta igienica:
    un muro invalicabile fatto da DUE SCANSIE di 30 metri l’una fitti di ogni genere di assortimento.
    Morbida per lei, ruspante per lui, doppio strato, singolo micagoinmano, alla camomilla per addormentare la diarrea, all’ortica per risvegliare gli istinti…
    finisce sempre che, avvilito, mi butto su quella di carta cartonata COOP. Solo a spacchettarla ti parte mezzo rotolo tra strati incollati o sfogliati.
    quando hai ormai le emorroidi che a mollo, riesci a strapparne un francobollo e finisci per impestarti le mani.
    la merda sotto le unghie non si leva più, è un dato statistico!

  24. MaudeLeboschi Says:

    LA PICCOLA MAUDE E’ ATTESA ALLE CASSE DALLE AMICHE….
    odio i supermercati….e mi perdo sempre….
    il “carestuso” poi ti stordisce e ti deruba, ma una pasta al tonno da 10 euro sai quanto è buona!!

  25. taxxo Says:

    Comunque, dopo l’intervista appena terminata su DJ a FIBRA FABI, un po’ rimpiango di non esser nato a Senigallia!

  26. EulaliaDolfi Says:

    Magari dico un’ovvietà che tutti voi sapete, ma la disposizione dei supermercati è frutto di un’attento studio di marketing.
    Vi siete mai chiesti perché i beni “primari” tipo sale, farina e appunto stuzzicadenti, sono sempre posizionati in angoli improbabili? perché ne avete bisogno e li cercherete anche se non li trovate subito, e nel frattempo passerete davanti a tanti altri bei prodottini.
    Mentre a portata d’occhio e mano ci sono i beni d’acquisto “impulsivo”, generalmente i nuovi prodotti da testare, e quelli con il prezzo più alto.
    Spesso le aziende più famose, tipo la Barilla, addirittura pagano le catene di supermercati per avere uno scaffale a parte o l’ambitissimo scaffale “altezza uomo”.
    Il mondo è una trappola mortale per il consumatore, ricordatevi di sbattere spesso le palpebre quando siete al supermercato…ah, e anche la musica è così alta per contribuire a creare l’effetto “trance”.
    E vi siete mai chiesti perché nei centri commerciali non ci sono orologi?
    potrei andare avanti ma non voglio tediarvi ulteriormente…

  27. marabotto Says:

    il must del momento in fatto di carta igienica é:

    stefi

  28. Smellissa Says:

    Eulalia io questi trucchi li conosco tutti e ciò nonostante sono la consumatrice perfetta, compro tutte le novità più luccicanti, compro solo ad altezza uomo e le cose che sono posizionate davanti, come potrei definire questa attidudine…forse consumo indotto e consapevole?

  29. aaeeiioouuyy Says:

    Io sono schizofrenicamente una cosumatrice consapevole e una consumatrice faciulemnete abbiondolabile, specie sui detersivi. Io quelli li comprere tutti, da Acqua e Sapone non vedo l’ora di provare qualche nuovo prodotto da consigliare alle amiche…
    Adoro andar per centri commercilai…
    Aeiouy

  30. EulaliaDolfi Says:

    non ne ho idea smell…forse, come tutte le dietologhe su internet sconsigliano, vai a fare la spesa quando sei affamata!
    Se ti dimentichi poi anche di leggere le calorie sui cibi…in questo caso, ti verrà notificata la scomunica ufficiale da parte della Condé Nast.

  31. aaeeiioouuyy Says:

    Taxxo, c’era FF su Radio Deejay? Cacchio, me la son persa…
    Applausi!

  32. EulaliaDolfi Says:

    Secondo me ognuno di noi ha il suo settore merceologico debole, intendo quello all’interno del quale ci si fa più abbindolare dalle novità.
    Il mio, se non si era capito, è quello biologico/vegetarian/dietetico, in particolare ho un debole per le verdure pronte. Le ho provate tutte, i miei preferiti sono i tortini broccoli carote e piselli della Bonduelle, che ovviamente si trovano solo all’Esselunga di Casalecchio.

  33. taxxo Says:

    si, tra lui e suo fratello non so quanti cervelli saltano fuori!

    tutto un:

    SEI IN BOLLA BELLO…
    CIAO FRA…
    CIAI CENTO CHE FACCIO MILLE…
    e altre amenità simili.

    nonchè la recensione dell’ultimo album dove offende praticamente tutti tranne EROS RAMAZZOTTI (!!?!?)

  34. Smellissa Says:

    il mio settore debole è quello dei cereali e affini per la prima colazione, li ho provati tutti e ne ho sempre quintalate a casa, infatti se qualcuno sbirciasse il mio carrello penserebbe a me come ad una mamma di 3 bambini, invece…
    il mio prodotto preferito è Weetabix, credo di essere tra i dieci acquirenti a Bologna di queste impaluganti tavolette di crusca.

  35. danildc Says:

    Io mi lascio infinocchiare da tisane, the, camomille, basta che ci siano cose da tocciare in una tazza d’acqua bollente e mi vedrete felice.
    Poi sono una gran cagacaXXi con l’acqua minerale e leggo sempre il residuo fisso che meno è meglio è.
    Comunque il mio carrello è facilmente riconoscibile perchè, in quanto dipendente dall’EstaTHE, ne faccio scorte condominiali.

    TAXXO, meglio nella cassettina che sparso per casa.

  36. EulaliaDolfi Says:

    provati gli Alixir della Barilla?
    io li amo. Costano come l’oro però, ma che buoni! sia i cereali che le barrette.
    L’angolo dello stitico ringrazia

  37. danildc Says:

    Alixir l’è trop chèra, davanti a quell’espositore Elvis mi tronca le manine…

  38. MaudeLeboschi Says:

    se apri il mio frigo….si sente un ululato….
    talvolta l’oceano….con i beluga
    è meglio de “spirit of nature”
    talvolta c’è parecchio cibo, che dura pochissimo…;)

  39. TheBigStve Says:

    Per la carta igienica, solo ed esclusivamente i rotoloni REGINA.

  40. TheBigStve Says:

    E per la “compagnia” in bagno, mai più senza:

  41. TheBigStve Says:

    E per la “compagnia” in bagno, mai più senza:

  42. aaeeiioouuyy Says:

    Cartaigienica, anch’io per i rotoloni Regina. Pulirmi con delle banconote da 50 euro, costerebbe meno. Altrimento la Lucart, banconote da 20.
    Ora che sto daola sfoggio le mie belle riviste patinate al cesso, giusto per quel tocco glamour…
    Aeiouy

  43. taxxo Says:

    per quello non c’è problema, io ho la tavoletta a jukebox come Jerry Calà di VADO A VIVERE DA SOLO.

  44. TheBigStve Says:

    Taxxo numero 1

  45. MissLIZ Says:

    comprare 2 scatole di profilattici …1 extra large e l’altro jeans che cercavo di nascondere tra i cartocci del latte….. davanti a me un’ uomo che infilava le ultime cose nelle sue buste, dietro di me un ragazzo …..mentre il codice a barre non prendeva…

    smile on your face!!!!

  46. aaeeiioouuyy Says:

    Io non ce l’avrei mai quel coraggio lì…
    Aeiouy

  47. EulaliaDolfi Says:

    i preservativi meglio in farmacia…c’è più privacy e puoi sempre appoggiarli casulamente sul bancone tipo acquisto impulsivo.

    @liz
    extra large…vorrei fare molte domande ma non le farò

    @dani
    a me alixir me lo compra la mamma…che carina.

  48. Hawanna Says:

    Mai come oggi capisco quant’è appropriato il nome che ho messo al link der bloggh tuo sur blogghh mio…

  49. UgaMonda Says:

    Ecco, io ho proprio uno stranissimo rapporto con i centri commerciali, i supermercati, il frigorifero vuoto. Sapete che esiste un magnifico sito “apertoladomenica” in cui sono elencati tutti i supermercati aperti di domenica (quella domenica precisa). Un godimento.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: