E’ la stampa (malata), bellezza

21 luglio 2008

DSCN1089

Nella mia ridente cittadina sul Mare Adriatico, non più tanto ridente, dato quello che quotidianamente accade, è accaduto un gravissimo fatto di cronaca: un uomo ha ucciso la propria ex moglie con una coltellata in strada.
La vicenda mi ha molto colpita per vari motivi: 1) è avvenuto nella mia città 2) conosco i familiari 3) conosco i luoghi in cui ciò è accaduto. Il fatto è stato accennato solo distrattamente dai media nazionali anche perchè l’informazione ogni giorno ci restituisce una notizia delittuosa che coinvolge una donna cui un uomo le usa violenza fino, molto spessa, ad ucciderla. Ma a questi episodi ormai abbiamo fatto l’abitudine perchè la frequenza ce li fa percepire quasi come "normali" finchè non conosci le facce e le storie coinvolte.
Non sono una femminista ma penso che per la situazione femminile sia l’aba di un nuovo medio evo perchè o la donna è oggetto sessuale o, se dimostra di rifiutare certe logiche o prevaricazioni, oggetto di violenza di qualsiasi tipo.
Ma a parte questa considerazione, il quel paese di incolti dove sono nata è accaduta un’altra cosa gravissima a corollario di questa tragedia. Pare che una giornalista di un quotidiano locale si aggirasse nella camera mortuaria dove c’erano i familiari della vittima armata di cellulare con cui faceva fotografie e fotografo. Pare che più volte invitata ad uscire è stata presa a calci dalla figlia. Ora il dibattito nella mia piangente cittadina sul Mare Adriatico si è ribaltao perchè la giornalista è diventata vittima e la figlia della vittima di uxoricidio è la carnefice.
Cliccando sulla foto, il comunicato dell’Ordine dei Giornalisti.

Annunci

46 Responses to “E’ la stampa (malata), bellezza”

  1. taxxo Says:

    è successo nei pressi dell’albergo Elena?
    ma c’è ancora sul lungomare il tizio con la vasca e le barchette a gettone?
    mia sorella deve finire un giro iniziato nel 1986…

  2. MarioPellacani Says:

    Poveri giornalisti, non gliene va bene una ultimamente

  3. TittyBoop Says:

    Nessuna situazione e nessuno stato d’animo giustificano l’aggressione che resta un fatto di intolleranza e di inciviltà da condannare con fermezza e senza riserve.

    E non c’entra che si parli di giornalisti aggrediti. Altrimenti saremmo legittimati a picchiare il barista che ci fa attendere troppo per un caffé quando abbiamo avuto una giornata pesante, il cassiere della banca quando andiamo in rosso e ci pignorano la casa…. etc etc

  4. GuaLinnCobaci Says:

    Si ma certi giornalisti sembra che con le buone maniere non capiscano; penso che se qualcuno avesse cercato di “lucrare” sul cadavere di mia mamma avrei fatto lo stesso…

  5. io_malo Says:

    come ho commentato di là, nel sito dove compare il comunicato dell’Ordine dei Giornalisti (che però è considerato ‘sconsigliato’ quindi non lo potete leggere) non si gioca col fango sperando di uscirne puliti.
    se si fa un’incursione del genere nell’intimità e nei sentimenti altrui, ci si può solo che aspettare una reazione estrema.
    io fossi stata lì, avrei aiutato a menà, altroché.
    m

  6. Goscartan Says:

    Io la benedivo a calci in culo!
    Ha fatto strabene…….

  7. aaeeiioouuyy Says:

    Ho appena finito di leggere il dibattito che si è scatenato di là.
    Io dico solo questo. Se mi fermo anche solo un secondo ad immedesimarmi nella tragedia di questi figli, mi sale un dolore intensissimo e un gran smarrimento.
    E’ una tragedia incredibile che, fortunatamente, la maggior parte delle persone non proveranno mai. Immedisarsi un attimo. Questo doveva fare quella giornalista da strapazzo e tutto l’ordine.
    Aeiouy

  8. EulaliaDolfi Says:

    non saprei a chi dare ragione…a nessuno dei 2 forse.
    Mi chiedo solo: per fare le foto al cadavere è necessario proprio scegliere il momento in cui la famiglia è lì? E la domanda a corollario è: abbiamo proprio bisogno di foto del cadavere?

  9. danildc Says:

    Dev’essere caldo in riviera, che anche a Porto Corsini non ci sono mica andati leggeri.

  10. GuaLinnCobaci Says:

    “Sull’asfalto ancora questa mattina erano visibili diverse chiazze di sangue.” Dettaglio fondamentale direi, e poi si lamentano se li pigliano a botte…cosi adesso tutto Porto Corsini sarà davanti alla pozza di sangue del poveretto, in posa tipica da umarell’ che scuote la testa…

  11. ErreNoveNove Says:

    Hai scovato un grande esempio di non-giornalismo, una querelle come questa dovrebbe cadere in testa alle redazioni di ogni giornale e tv.

    Grande !

  12. RossaNaturale Says:

    Io ho sempre pensato che siamo/siete tutti morbosamente fissati con la cronaca nera.
    Come dicevo già nel post sulla vicenda Federica/ElGordo, se la gente ‘ste cose non le leggesse, guardasse, cliccasse furiosamente anche la stampa si accanirebbe di meno. E’ informazione-spazzatura ma, così come il cibo-spazzatura, c’è sempre molta gente che lo trova il gustoso.

    Detto questo mi sorge un dubbio: Quale è il giornale che pubblica foto di cadaveri all’obitorio (e già questo è strano) per di più scattate col cellulare?!
    Da essere umano posso capire l’aggressione, ma tecnicamente ha ragione Titty: nessuno “nell’esercizio delle sue funzioni” dovrebbe essere aggredito.

    PS: Aiuola, la tua opinione estremista riassumibile nei termini “una donna ha diritto a non essere uccisa da un uomo” non ti varrà l’onta di un’ accusa di femminismo, non temere…Non serve la giustificazione preventiva che ci piazzi sempre :-))

  13. RossaNaturale Says:

    VERSIONE CORRETTA:

    Io ho sempre pensato che siamo/siete tutti morbosamente fissati con la cronaca nera. Come dicevo già nel post sulla vicenda Federica/ElGordo, se la gente ‘ste cose non le leggesse, guardasse, cliccasse furiosamente anche la stampa si accanirebbe di meno. E’ informazione-spazzatura ma, così come il cibo-spazzatura, c’è sempre molta gente che lo trova il più gustoso.

    Detto questo mi sorge un dubbio: Quale è il giornale che pubblica foto di cadaveri all’obitorio (e già questo è strano) per di più scattate col cellulare?!
    Da essere umano posso capire l’aggressione, ma tecnicamente ha ragione Titty: nessuno “nell’esercizio delle sue funzioni” dovrebbe essere aggredito.

    PS: Aiuola, la tua opinione estremista riassumibile nei termini “una donna ha diritto a non essere uccisa da un uomo” non ti varrà l’onta di una accusa di femminismo, non temere…Non serve la giustificazione preventiva che ci piazzi sempre :-))

  14. RossaNaturale Says:

    “Pare che una giornalista di un quotidiano locale si aggirasse nella camera mortuaria dove c’erano i familiari della vittima armata di cellulare con cui faceva fotografie e fotografo. Pare che più volte invitata ad uscire è stata presa a calci dalla figlia”

    PARE DI NO.

    “Riporto di seguito come sono andati i fatti. Sono arrivata con il fotografo e mi sono fermata davanti alle panchine che ci sono di fronte all’obitorio. Mi sembrava di essere troppo invadente così gli ho detto di fare il giro e ci siamo fermati sul vialetto che c’è oltre l’aiuola e la siepe, distante una cinquantina di metri dall’obitorio. Non sono mai entrata nell’obitorio ed ovviamente non ho mai scattato la foto di cui mi accusano. Sarebbe stato un gesto macabro”

    Mi sembrava strano che fotografasse col cellulare….Aveva il fotografo, infatti.

  15. TittyBoop Says:

    DA GIORNALISTA concordo con RossaNaturale. E’ più verosimile la seconda versione della prima.

    In ogni caso, anche se non ci fosse stato il fotografo, anche se la collega avesse fatto le foto col cellulare (può capitare), anche se la collega non si fosse armata di tutta la SENSIBILITA’ necessaria per “portare a casa il pezzo”… la violenza non è mai tollerabile né giustificabile.

    Detto questo vorrei togliermi un sassolinmo dalla scarpa.
    Fate presto voi a dire “è vergognoso”, “giornalisti avvoltoi” etc etc…VOI SIETE MAI DOVUTI ANDARE IN UN OBITORIO PER FARE IL VOSTRO LAVORO? VOI SIETE MAI STATI Lì DAVANTI AI FAMILIARI, AGLI AMICI, AI FIDANZATI… AVETE SOSTENUTO IL LORO SGUARDO MENTRE VI RACCONTAVANO LA LORO TRAGEDIA? SIETE MAI ANDATI IN SPIAGGIA, IN STRADA, IN CHIESA… ACCANTO AD UN CORPO COPERTO DA UN LENZUOLO? AVETE MAI ASSISTITO AD UN FUNERALE DI UN GRUPPO DI GIOVANI MORTI IN UN INCIDENTE STRADALE? SIETE MAI ANDATI A RACCOGLIERE TESTIMONIANZE DI CHI HA VISTO, CHI CONOSCEVA? Voi no. Io sì. Ma voi leggete, guardate la tv… e mi mandate lì!

    Per cui prima di sputare sentenze… pensateci, la prossima volta. PERCHé IO OGNI VOLTA CHE TORNO A CASA, FINITO IL LAVORO, FINITO QUEL TIPO DI LAVORO… MI SENTO MALE PER QUELLA GENTE E PIANGO. PER LE LORO TRAGEDIE E PER QUELLE CHE HO PATITO IO. Voi invece magari siete a fare un aperitivo con i vostri amici!!!

  16. aaeeiioouuyy Says:

    INfatti la critica è per tutti, giornalisti e lettori. Il tema è sempre quello: cercare di non farsimprendere dalla morbosità, meno domanda meno offerta.
    Aeiouy

  17. io_malo Says:

    titty, cambia ben lavoro, valà.
    m

  18. HeartMind Says:

    ‘PERCHé IO OGNI VOLTA CHE TORNO A CASA, FINITO IL LAVORO, FINITO QUEL TIPO DI LAVORO… MI SENTO MALE PER QUELLA GENTE E PIANGO. PER LE LORO TRAGEDIE E PER QUELLE CHE HO PATITO IO.’

    se piangessi come dici avresti già cambiato lavoro, oppure semplicemente ti piace piangere. chi lavora alle ambulanze adora ciò che fa. e cmq dai TUTTI i giornalisti iscritti all’ordine fanno schifo, cosa c’è di male nel ribadirlo? la consapevolezza aiuta a migliorarsi dark days dark days dark days sostituire dark days con cricetiadi (x 3)

  19. Bolognese800 Says:

    VOI SIETE MAI DOVUTI ANDARE IN UN OBITORIO PER FARE IL VOSTRO LAVORO? VOI SIETE MAI STATI Lì DAVANTI AI FAMILIARI, AGLI AMICI, AI FIDANZATI… AVETE SOSTENUTO IL LORO SGUARDO MENTRE VI RACCONTAVANO LA LORO TRAGEDIA?

    Io sì, e come me tanti altri che hanno lavorato (o lavorano ancora) nelle forze dell’ordine. E’ stato lì, credo, che ho iniziato a disprezzare i giornalisti.

    Arrivano sulla scena per ultimi (quando già i poliziotti e il paramedico hanno fatto il lavoro sporco), con un modo di fare che definire arrogante e presuntuoso è ancora eufemismo, e si credono divinità scese sulla terra…

    Il mio rispetto va agli ex colleghi delle forze dell’ordine e al personale di ambulanza, che per primi intervengono sulla scena del crimine / dell’incidente / della violenza e non beneficiano mai delle luci della ribalta.

    E che, se si prendono uno spintone dai parenti delle vittime, non vanno certo a piagnucolare solidarietà dall’Ordine dei Raccomandati

  20. taxxo Says:

    io da giornalaio lodo ogni tipo di pubblicazione curata da un GIORNALISTA: l’inserto, il paginone centrale di playboy, la raccolta “costruisci l’azienza agricola dello zio tobia”, le 18 riviste di gossip (solo in Italia), Cronaca Vera con le foto in bianco e nero e i necrologi a colori, La Vera storia di Corona, le figurine dei Gormiti, “ce l’ha il grattevvinci lei??”, “E’ uscito Mutande pazze?”…

    ormai la sottile differenza tra giornalaio e giornalista è come l’incarto della crescenta: così unto da diventare trasparente.

  21. RossaNaturale Says:

    “Arrivano sulla scena per ultimi (quando già i poliziotti e il paramedico hanno fatto il lavoro sporco)”

    E che dovrebbero fa’? Rimuovere i cadaveri? ma va là…

  22. TittyBoop Says:

    “se piangessi come dici avresti già cambiato lavoro, oppure semplicemente ti piace piangere. chi lavora alle ambulanze adora ciò che fa”

    Mi sembra un po’ semplicistico il tuo ragionamento.
    Non credo che a “chi lavora alle ambulanze” piaccia andare nel cuore della notte sul luogo di un incidente a constatare il decesso di un gruppo di ragazzi di poco più di 18 anni… ma sicuramente gli piacerà intervenire giusto in tempo per salvare una vita. Ma non può scegliere cosa fare!!!
    Non credo che ad un infermiere piaccia pulire il c**o smer**to di un vecchietto… ma sicuramente gioirànel ricevere un sorriso e un grazie da uno dei pazienti per cui si prodiga. Ma non può scegliere cosa fare!!!
    Non credo che a un ginecologo piaccia estrarre un tumore da un utero e sapere che quella donna comunque morirà…ma è diverso estrarre una nuova vita!!
    E così via…. quindi non facciamo ragionamenti sciocchi!!!

    “i giornalisti iscritti all’ordine fanno schifo, cosa c’è di male nel ribadirlo?”
    Pensa… A ME FA SCHIFO chi scrive offese GRATUITE del genere!!! Quindi sono felice di farti schifo perché… la cosa è reciproca.

    @ AEIOUY
    “Il tema è sempre quello: cercare di non farsi prendere dalla morbosità, meno domanda meno offerta”

    Il tema è che una notizia è una notizia…la differenza la fa il MODO in cui la si racconta.
    Non tutti i giornalisti si fanno prendere dalla morbosità. Come non tutti i dipendenti pubblici sono , non tutti i 30enni che stasnno a casa sono etc etc….

    @ BOLOGNESE 800
    “Io sì, e come me tanti altri che hanno lavorato (o lavorano ancora) nelle forze dell’ordine. E’ stato lì, credo, che ho iniziato a disprezzare i giornalisti. Arrivano sulla scena per ultimi (quando già i poliziotti e il paramedico hanno fatto il lavoro sporco), con un modo di fare che definire arrogante e presuntuoso è ancora eufemismo, e si credono divinità scese sulla terra…”

    E’ esattamente come dire che avevano ragione quelli che hanno ammazzato Filippo Raciti.

  23. TittyBoop Says:

    VERSIONE CORRETTA

    Il tema è che una notizia è una notizia…la differenza la fa il MODO in cui la si racconta.
    Non tutti i giornalisti si fanno prendere dalla morbosità. Come non tutti i dipendenti pubblici sono FANNULLONI, non tutti i 30enni che stanno a casa sono BAMBOCCIONI etc etc….

  24. MarioPellacani Says:

    La questione se nasca prima la gallina/offerta o l’uovo/domanda di informazione e di cosa e’ NOTIZIA andrebbe pero’ un tantino rivista alla luce delle non piu’ tanto recenti derive…
    Sentire Mentana (sceim on iu) schernirsi dalle accuse di spettacolarizzazione della cronaca nera/giudiziaria perche’ “e’ quello che vuole il pubblico” fa scadere il ruolo del giornalista a livelli infimi.
    Un tempo si diceva che non faceva notizia un cane che morde un uomo ma la faceva un uomo che morde un cane. Oggi… be’, ci arrivate da soli.

  25. HeartMind Says:

    ‘Mi sembra un po’ semplicistico il tuo ragionamento.
    Non credo che a “chi lavora alle ambulanze” piaccia andare nel cuore della notte sul luogo di un incidente a constatare il decesso di un gruppo di ragazzi di poco più di 18 anni… ma sicuramente gli piacerà intervenire giusto in tempo per salvare una vita. Ma non può scegliere cosa fare!!!
    Non credo che ad un infermiere piaccia pulire il c**o smer**to di un vecchietto… ma sicuramente gioirànel ricevere un sorriso e un grazie da uno dei pazienti per cui si prodiga. Ma non può scegliere cosa fare!!!
    Non credo che a un ginecologo piaccia estrarre un tumore da un utero e sapere che quella donna comunque morirà…ma è diverso estrarre una nuova vita!!
    E così via…. quindi non facciamo ragionamenti sciocchi!!!’

    fidati che è semplicistico e sciocco quest’ultimo tuo ragionamento, se fai l’infermiere (e lo hai scelto tu senza subirlo, nel senso non lo scegli perchè hai le conoscenze puoi fare solo quello la vita te lo impone bla bla) ami anche smerdare il culo di un vecchietto, come tra ‘chi lavora alle ambulanze’ (ma le virgolette? le ambulanze sono hardcore, volevi che ti scrivessi pronto soccorso?) c’è chi adora vedere crani spappolati con pezzetti di cervello sparsi tutto intorno.

    ‘io da giornalaio lodo ogni tipo di pubblicazione curata da un GIORNALISTA: l’inserto, il paginone centrale di playboy, la raccolta “costruisci l’azienza agricola dello zio tobia”

    ma va taxxo fai il giornalaio? da oggi ti stimo incondizionatamente

  26. TittyBoop Says:

    @ HeartMind

    CHE DIRE? La pensiamo in maniera diversa.

    @ MarioPellacani

    Io non sto SANTIFICANDO i giornalisti… dico solo che per uno SENZA SCRUPOLI ce ne sono 10 (non ho la pretesa di dare statistiche che abbiano valore scientifico quindi non ti aggrappare ai numeri) che gli scrupoli se li fanno in continuazione e trattano le notizie con coscienza e cuore e rispetto e…
    Quindi mi da fastidio leggere “TUTTI gli iscritti all’Ordine”, “TUTTI i giornalisti”, “cambia lavoro” e altre cose del genere….

    Fatevi qualche scrupolo pure voi prima di giudicare la gente e sputare sentenze ANCHE SU DI ME come quelle che ho letto qui. Perché non siete tanto differenti da QUEI GIORNALISTI che criticate….quando li criticate IN QUESTO MODO SUPERFICIALE.

  27. HeartMind Says:

    ‘e trattano le notizie con coscienza e cuore e rispetto e…’

    se le trombano?

  28. danildc Says:

    Scusi, che è uscito Paperino?
    No, non esce più.
    Allora mi dia Playboy.

    (cit.)

  29. MarioPellacani Says:

    Io non sto SANTIFICANDO i giornalisti

    E io non li sto demonizzando. Se pero’ i prolissi “Ordini dei” intervenissero un po’ piu’ spesso per stigmatizzare questioni di tipo etico e morale, che con il giornalismo hanno molta attinenza, e un po’ meno di frequente per casi come quello di Senigallia, forse aiuterebbero a capire da che parte stanno e a cosa servono, oltre alla sacrosanta tutela degli iscritti.

  30. TheBigStve Says:

    ma PAPERINO esce, l’ho comprato ieri!

  31. Goscartan Says:

    Esce, esce sono qui quo qua che stanno in casa………..

  32. alessandroid Says:

    “Scusi, che è uscito Paperino?
    No, non esce più.”

    Anche il programma di PaperopoliEstate fa schifo come quello di Be’ ?

  33. alessandroid Says:

    “Pare che una giornalista di un quotidiano locale si aggirasse nella camera mortuaria dove c’erano i familiari della vittima armata di cellulare con cui faceva fotografie”

    non ho capito, quindi questa versione falsa e scandalistica l’ha scritto un’altro giornalista infamando la collega ?

  34. danildc Says:

    Era una citazione di una canzone vecchissima di Renato Zero che nessuno ha capito. Uffa. Non c’è gusto ad essere colti, nel web 2.0.

  35. alessandroid Says:

    “Io non sto SANTIFICANDO i giornalisti… dico solo che per uno SENZA SCRUPOLI ce ne sono 10 (non ho la pretesa di dare statistiche che abbiano valore scientifico quindi non ti aggrappare ai numeri) che gli scrupoli se li fanno in continuazione e trattano le notizie con coscienza e cuore e rispetto”

    io preferirei che verificassero le fonti e scrivessero meno cialtronate approssimative, ma so che non sono queste le cose che vengono chieste per entrare nell’ordine

  36. alessandroid Says:

    #34

    – sorcine, + sorcone !

  37. marabotto Says:

    danildc io da vecchia sorcina l’avevo capita eccome, ma mi vergognavo a rivelarlo
    (che ero sorcina)
    stefi

  38. aaeeiioouuyy Says:

    I figli della vittima hanno scritto una lettera per dare la loro versione dei fatti.
    http://www.60019.it/index.mv?senigallia=I-figli-di-Francesca-Lorenzetti:-“Informare-è-un-diritto,-avere-rispetto-un-dovere”&fname=60019rubriche_leggi&num_rubr=4&num_art=1216716712
    Aeiouy

  39. GuaLinnCobaci Says:

    Poveracci!

  40. SignoraColCeppo Says:

    direi di organizzare una manifestazione contro la stampa…da vere signore il simbolo sarà la borsettata, in caso di pioggia ombrellata….:-)
    sdrammatizziamo vi prego…la stampa è quella che ci meritiamo…in questo paese, in questo governo in questo mondo degenarato e decelebrato….

  41. SignoraColCeppo Says:

    Organizziamo una caccia al giornalista con rogo finale…di giornali….

  42. anonimo Says:

    ‘danildc io da vecchia sorcina l’avevo capita eccome, ma mi vergognavo a rivelarlo
    (che ero sorcina)
    stefi’

    l’importante è che tu non sia una criceta

  43. marabotto Says:

    @anonimo
    pensa te che io una volta possedevo un criceto che ando’ in letargo e pensando fosse morto l’ho buttato nel cesso
    poveretto
    stefi

  44. taxxo Says:

    ma che cesso c’hai?

    tu l’hai fatto nella speranza si intasasse tutto così avresti chiamato il famoso idraulico, il giochino del bidet bagnato, ecc. ecc.

  45. HeartMind Says:

    ero io il #42, cmq un criceto ci passa tranquillamente giù per il cesso (non dimentichiamo poi che ama nutrirsi in massima parte di merda, quindi magari gli hai anche fatto un favore se è resistito allo sciacquone)

  46. marabotto Says:

    mi sa che taxxo non ha presente le dimensioni di un criceto….
    stefi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: