Lato B

3 dicembre 2008

L’altro giorno in treno, un ragazzo molto carino e gentile, sicuramente gay, per prendere le sue cose si gira e praticamente mi sbatte il suo lato B in faccia. E mi dico "Ammazza che bel culetto che c’ha ‘sto qui". Era piccolo con delle chiappe belle tonde, quasi delicato. Mi sono venuti in mente allora quei discorsi che facevo al Liceo con le mia amiche, quando si disquisiva ora sui culi dei maschi, quello ce l’ha piatto, quello non ce l’ha, il culo di quello è proprio carino. I jeans a quello gli stanno da dio. Ecco i jeans, il vero segreto di un bel culo, l’equivalente probabilmente di una bella maglia scollata per gli uomini per la nostra sensibilità maschile. Il Levi’s 501 negli anni ’90 decretava un giudizio definitivo su chi c’aveva un bel culo oppure no. Ma poi sul treno pensavo che a noi donne cosa ce ne frega se un uomo c’ha un bel culo oppure no? E mentre rifletto, certa che non troverò una soluzione, rovinerò la giornata a tutte le donne linkando questi video della Levi’s (già a quest’ora ho degli strani pruriti, alcuni li avevo dimenticati…). Godeteveli!
http://www.youtube.com/watch?v=awjLH-nBXHs
http://www.youtube.com/watch?v=0pgwqitGcCc
http://www.youtube.com/watch?v=2RKp1P2S2qs
http://www.youtube.com/watch?v=LqCkLHwUkV8
http://www.youtube.com/watch?v=AdaKNHWi1SQ
Potrei andare avanti all’infinito… L’unico che non trovo è il mio preferito, quello in cui lui seppelliva i propri jeans durante un carnevale a New Orleans, mi sembra, anno 1993, credo…

Annunci

Virilità

22 settembre 2008

uomo_pelosoMazzetta Venerdì ha fatto una domanda che non ha avuto un’adeguata risposta: L’uomo virile esiste? Se sì, vi gusta? Se no, vi manca?
Cosa rende virile un uomo? I peli? I muscoli? Un carattere deciso? Con l’avvento della Maria De Filippi, sulla piazza, di virile c’è rimasto ben poco. A me basterebbe un uomo conun po’ di carattere, che non si nasconda dietro un esasperato machismo e che non abbia paura di mostrare le proprie debolezze. Ma forse questa tipologia maschile deve essere ancora inventata. Aspetterò il prossimo format della De Filippi che magari mi mette in auge questa tipologia.

11 dicembre 2007

Senza parole

patrick dempsey

BBIMA

Meeerda

Dr Stranamore

10 dicembre 2007

Mondo gay

gay pride angel

Finalmente! La risposta che il mondo attendeva da una decina è arrivata! Ricky Martin è gay! Come si è saputo? Il bel Ricky, l’uomo dal movimento pelvico più fluido del mondo, ha forse fatto coming out o outing (non mi ricordo mai la differenza)? No, certo che no. A diffondere la notizia è stato un noto visagista delle dive truccatissimo, detto anche la rana dalla bocca larga, che ha detto in mondovisione che il suo bellissimo cliente è di quella sponda lì.
Io vorrei rinascere uomo gay perchè hanno decisamente una marcia in più. Sono tutti belli, hanno dei bei calzetti ben abbinati con il resto, simpatici e dalla brillante conversazione. Beati loro. E poi c’è un’amplissima scelta. Altro che gli etero! Come dice un amico, incontrato ieri "Il bello dell’esser gay è quello di non sentire l’esigenza di dover andare al Motor Show".
E io aggiungo la massima del saggio albanese, che sempre ci illumina con la sua saggezza "La f**a piace a molto, il c***o piace a tutti".

26 ottobre 2007

Ecco perchè

NeanderthalEcco perchè Smellissa ed io non troviamo un uomo… Si è estinto! La descrizione che Repubblica.it fa dell’uomo di Neanderthal rispecchia il nostro ideale maschile: un po’ tracagnotto, capelli rossi e pelle bianca. Anche nei modi, il nostro uomo sarà stato "selvaggio" come piace a noi e magari ci avrebbe trascinato per la steppa prendendoci per i capelli. Peccato. Magari tra milioni di anni gli uomini di adesso saranno l’ideale di qualche smandrappata del futuro.

20 settembre 2007

Il buon selvaggio

Maui-Maori-1

Qualche giorno fa, un gruppetto di DF ragionava sui vari problemi che attanagliano l’umanità, tra cui la brutta fine che ha fatto il maschio. Non ci sono più i maschi di una volta, nessuno che prenda un’iniziativa, sono tutti lì che scappano, che se gli mandi un messaggio, gli esplode il telefonino e così via, ore e ore a non risolvere un cazzo se non a riempire l’aere di inutili lamenti.
E poi arriva il Saggio della Montagna, proprio lui, il Profeta, colui che pensa ancora alle donne come una benedizione di Dio, se c’è, o chi per lui, e che vive per amarle e glorificarle. Ed era lì che raccontava al gruppetto di DF, che pendeva dalle sue labbra, delle sue incursioni nella notte per raggiungere qualche pulzella, delle rose che le avrebbe portate colte in un campo, lui che i campi li conosce tutti, di girasoli, di erba medica, di grano e tutti cacchio di campi che fanno andar giù di testa le DF. E mentre lui raccontava e ci faceva innamorare di lui, noi scuotevamo la testa, dicendoci “E’ l’ultimo, è l’ultimo, è l’ultimo”, sapendo che l’amicizia tra noi e lui non ci avrebbe mai condotto in un bel folto campo di grano pronto per la mietitura.
E a nome di tutte le donne l’abbiamo ringraziato e gli abbiamo detto che se la scienza se lo permettesse, noi cloneremmo uno come lui per ognuna di noi.
E le DF, che tra l’altro, oltre che carine sono anche colte, hanno cominciato a dire che certo, aveva ragione Jean Jacques Rousseau, quando parlava del mito del Buon Selvaggio e che diceva che è la società che corrompe l’uomo.
A contatto con la Natura, anche quella a noi prossima, giovani maschi al 99% (dai, la perfezione non esiste) sono pronti a telefonare invece che mandare messaggi banali, a non tirarla per le lunghe, a far dei complimenti per lo stesso vestito che poi prontamente sfilano. Insomma, a trattare una donna come deve essere trattata o come si diceva dovesse essere nel secolo scorso.
E mentre noi DF sbaviamo per intellettualini con gli occhialini, tanto delicatini, con le giacchine di vellutino e tutte quelle cazzatine di cui parliamo da mesi, fuori dalle mura cittadine si annidano questi tesori.
Forse sono le polvere sottili che fanno sopire l’amore per la figa. L’Arpa questo lo dovrebbe dire.