Torna a casa Chris

2 marzo 2009

RihannaRihanna l’ha perdonato perchè è sinceramente pentito di quello che ha fatto. Le ha regalato anche un braccialetto di diamanti. Contenta lei, contenti tutti. 

Annunci

Te lo do io il Brasile

15 febbraio 2009

Madonna peloE’ stata venduta questa foto di Madonna ventenne da Christie’s per 37.500 dollari. Lei all’epoca prese 25 dollari per la seduta fotografica. Ma la cosa più sconvolgente è la quantità di pelo tra patata e ascelle. E un seno perfetto. Girando su internet ho trovato gli altri scatti. La notizia, ovviamente, proviene dal Tgcom.

Cookie Sutra

8 febbraio 2009

cookiesutraMa che carini questi biscottini! Cliccare sotto la foto per vedere possono assumere questi omini di pastafrolla! La lettura dell’articolo trovato su Tgcom vi addolcirà la settimana.

Quando finisce un amore

4 febbraio 2009

orig_C_0_articolo_440451_immagineSì, è finita. Chantal, la dermatologa dei vip, e il ministro dallo sguardo di Venere, Frattini non si amano più, o meglio, il ministro non l’ama più dato che l’ha lasciata con un messaggio, come un adolescente brufoloso. Lei starà soffrendo molto dato che a soli quattro mesi dall’inizio della liason aveva affidato ad un’agenzia l’incarico di inviare un comunicato stampa raccontando quanto fosse favoloso il loro amore. Qualcosa mi dice però che la Chantal presto ritroverà la felicità, razzolando sempre dalle parti di Montecitorio.

uniforme LC (1)Secondo me, nelle questioni amorose, l’istinto lo si ascolta ben poco. La verità, mi sembra, sia sempre dentro di noi. Il problema è che molto spesso si fa finta di niente, la si lascia lì sperando che non venga fuori, ci si gira inrono ma la risposta è sempre stata lì. A una certa età, poi, di che pasta è fatto l’interlocutore si capisce presto. Oramai una persona è formata e sa quello che vuole e anche se prova a far finta di niente, quelle perplessità, quei pregiudizi sono molto difficili da sradicare. Io sul piatto ho una serie infinita di preconcetti difficili da ignorare perchè l’esperienza mi ha portato a stilare un ampio campionario di cose che non sopporto più o che mi fanno riaffiorare alla memorie trsiti anamnesi. Quindi io solitamente depenno persone che, che ne so, sono dello Scorpione, indossano il lupetto, fanno l’avvocato, vanno al Nu Longe, i motociclisti, quelli con il macchinone, quelli con i capelli lisci, i bassi, quelli con delle brutte scarpe e tanto altro ancora. Ogni tanto, però, cerco di darmi una possibilità e prendo in considerazione un soggetto portatore di una delle mie idiosincrasie. Posso anche uscrirci, frequentarlo, valutare ma quella cosa che non mi spiana, ho poi capito che viene fuori alla lunga, ma anche alla corta. Io mlo devo assecondare il mio istinto. La risposta lui ce l’ha già. Perchè se quello c’aveva il lupetto non ce n’è, almeno per me. Tutto questo per dire che cosa? Che se un uomo ne vuole, lo si vede subito mente la donna è solta dissimulare. Quindi, donne, tutte le volte che pensate che quell’individuo ne voglia, avete ragione. Assecondate il vostro istinto, che ha ragione e battete il ferro finchè è caldo. Lo dice Skyler Place dell’Università dell’Indiana.

Raffaella_Carra-Tutto_Carra-Frontal… e mi dice che il matrimonio è come la Divina Commedia al contrario, prima viene il Paradso, poi il Purgatorio ed infine l’Inferno. Il matrimonio perfetto, afferma, esiste solo negli annunci matrimoniali. E se lo dice la Raffa…

Guerra ai refusi

13 ottobre 2008

cartello_sgarbi_evidenziatoDa quest’estate ho dei nuovi nemici: i refusi che trovo in ogni dove, nei libri, nei quotidiani, nei giornali, dei documenti. Ovunque. Non so se io mi son fatta più analitica durante l’estate, fatto sta che, nel mese di Agosto, che mi son letta di tutto,. non facevo che evidenziare refusi in ciò che leggevo.
Ho notato, che soprattutto nei quotidiani, è iniziata una mandata di imprecisioni grossolane che mi titillano il sistema nervoso, già reso precario dal fatto che vivo.
Mi dico che certe sbavature non dovrebbero essere ammesse all’epoca dei correttori automatici e soprattutto io il quotidiano lo pago, e sono della Vergine, quindi mi devi offrire un buon servizio e non caratteri digitati a caso perchè il giornale è una roba seria, mica come ‘sto blog, in cui i refusi fioccano, gli errori di digitazione abbondano ma a me non me paga nessuno e spesso veramente scrivo dalla tazza del cesso.
Sul web, poi, neanche a parlarne. Al Tgcom forse hanno degli stagisti romeni cui affidano i pezzi. Il romeno (non si dice rumeno come si dice Mastandrea e non Mastrandrea, due concetti che hanno in comune il fatto che l’ho scoperto nella stessa settimana), si sa è una lingua neolatina che non si capisce ‘na fava quando è parlata ma che è molto comprensibile quando si legge. Ecco, i giornalisti del Tgcom usano una lingua verosimilmente italiana ma che italiana non è, quindi penso proprio che facciano parte di qualche programma del governo romeno per avvicinarli serenamente al nostro paese. Durante il Festival del cinema di Venezia, poi, su Repubblica.it leggo un articolo su Anne Hathaway scritto però Anne Ataway! Indignazione! Che il giornalista vada a zappare la terra, che lì le H le può gestire come meglio crede! Ma se uno ha dei dubbi, che consulti Google!
Ma sono solo io che vedo tanta cialtroneria in tutto ciò che leggo o mi sto solo incancrenendo contro un nemico invisibile che ha assunto le sembianze di un refuso?