il posto del cuore

Eros e Amore: dal festival alla radio
Puntata speciale di DiscoParty
Maria Cristina Santandrea ospite delle rubrica “Il posto del cuore”
sabato 16 maggio ore 21.30
radiocittàfujiko 103.1

Uno degli obiettivi del Festival della Psicologia, che si svolgerà a Bologna nei giorni 15,16,17 maggio a Bologna è l’interazione con il territorio bolognese. Oltre agli illustri ospiti che vi parteciperanno, il festival si apre alla svariate realtà cittadine. Una di queste, sarà la radio, che anche se non inserita nel programma ufficiale del festival, unirà la propria voce ai già noti partecipanti.
Sabato 16 maggio alle 21:30, all’interno del programma DiscoParty condotto da Patrizia Bottura ogni sabato sera sui 103.1 di  radiocittàfujiko, andrà in onda la rubrica Il posto del cuore, oramai appuntamento fisso per tutti coloro che vogliono raccontare le loro storie d’amore.
Ospite eccezionale della trasmissione sarà l’ideatrice del Festival, l’assessore Maria Cristina Santandrea, che, in veste di psicologa, darà consigli risponderà alle lettere per superare i problemi di cuore degli ascoltatori.
I cuori infranti potranno inviare le loro lettere all’indirizzo ilpostodelcuore@gmail.com.

Info:
www.radiocittafujiko.it
http://www.myspace.com/ilpostodelcuore

Annunci

E’ primaveraaaaa

20 febbraio 2009

Festa di primavera[1]Ricevo da Hawanna e volentieri pubblico:
SICCOME CHE: Non ci sono più le mezze stagioni RISICCOME CHE: Febbraio è quasi finito e fa ancora un freddo porco ARISICCOME CHE: M’è passata l’ultima delle mie 2 influenze ALLORA CHE il 21 Febbraioil sottoscritto HAWANNA DJ, coadiuvato dal suo Alter Ego DJ BANANA 2 indice un PARTY PROPIZIATORIO DI PRIMAVERA FUORI STAGIONE MUSICA: Frozen Funk, Ozone friendly Disco, 9 below zero Swing, No- Tropical Boogaloo, Nothern Pole Soul DRESS CODE: venite vestiti fuori stagione…INIZIO PARTY: da dopo mezzanotte in poi (Sanremo permettendo…) —> Questa è per me…
L’insancabile Hawanna stasera è anche al Manzoni:
Per il concerto de VENERDI’ SERA al Teatro Manzoni con aperitivo Simpson-Oriented annesso
Il sottoscritto si produrrà nelle sue personali interpretazioni del repertorio classico in chiave WEIRDO dalle 19 alle 21 nel bar al PIANO SOTTOTERA  del Teatro sopracitato, (locato in via dei Monari 1/2).
IN CONCOMITANZA con la Klez Gang, la fanfara GranScassa e l’Ensemble di fiati dell’’Istituto Comprensivo 10 di Bologna, diretti da Mario Vuono
L’INGRESSO ALL’APERITIVO E’ GRATUITO  (basta andare dalla maschera e dirgli le parole magiche "sono qui per l’aperitivo…").
SEGUIRA’ concerto nientepopodemeno che del violinista Jean Luc Ponty
http://www.auditoriumanzoni.it/Eventi/Attivita/Musica/Jean-Luc-Ponty—His-Band.aspx

Sabato su Marte

29 gennaio 2009

AlbEcco un’occasione per vedere aall’opera il nostro Hawanna, ora anche star de L’ispettore Coliandro 😉 Per chiedere un autografo al nostro, per ballare robba strana e per mettersi la prima sciocchezza color domopak che c’avete a casa, questa di sabato mi sembra una buona occasione.
Per chi non ne fosse al corrente, dopo il Capodanno Cinese, il 31 Gennaio se festeggia il CAPODANNO MARZIANO.
Durante la serata Hawanna DJ e Banana 2 dispenseranno il meglio della loro selezione a base di Crater-Funk, Space DIsco, Saturn Swing, Uran Jive, Galactic Rock’n Roll, Weirdo Martian Groove Space is the Place music ed oltre…
Ingresso ovviamente AGGRATISSS.
Circolo La Grada – dalle 23 in poi.

Markettas

4 dicembre 2008

GetAttachment

Doppia marketta per questo weekend. Gli amici di Igor libreria presentano questa mostra di Roberto Dapoto NO LOVE LOST. Accorrete numerose perchè si vedono dei maschi meravigliosi da guardare ma non toccare. Maschi doc, invece, si potranno vedere alla festa di Hawanna al solito capannone da Ciccio. Segue incomprensibile comunicato di Hawa’.
Siccome che qua a BO sò tutti che sse lamentano (comeeee… tipooo nel ’92…) Che qua a BOLOGNA la sera nun c’è ‘n cazzo da fà… che in Via del Pratello nun c’è ‘n cazzo da fà… che siccome che mò tutti abbassano i prezzi che c’è la crisi allora si porti una fuori a cena fai la figura del pezzente a pagà ‘n conto 18 euri… che i posti sò sempre quelli.. che nelle altre città SI’ che sse fa la RICERCA! Mentre che qua siccome che QUANDO C’ERA IL LINK è già stato trovato tutto e allora nun c’è più GNENTE da cercà… ‘NZOMMATUTTA sò TUTTI CHE SE LAMENTENO che BBBOLOGNA E’ NA PALLA… ALLORA CHE: in un’ottica alquanto  ESORCIZZATORIA. Il qui sottoscritto ME (Hawanna DJ) insieme a un oscuro DJ conosciuto a Cesenatico Beach quest’estate (tale Banana 2) HA escoggitato un party propiziatorio a tema pallesco… valeaddi’:

BALL’S PARTY
(perchè BBBologna è ‘na palla…)
DURANTE LA SERATA

OLTRE CHE, la solita  selezione dancereccia d’alto bordo  che il sottoscritto usa propinare ai suoi party (a base semplicemente della QUALSIASI). Potrete anche usufruire dell’infuocato Swing-Jive-Rocchenroll-Boogaloo di DJ Banana 2, nonchè dei visual di matrice MOOLTO de RICERCA ( nel senso chje se li sò cercati.. ahò…) propinati dalla Z-Movie corporation… E PE’ CHI (per caso) se rompesse qualche legamento durante la foga del Boogaloo. potrà sempre farseli restaurà in una saletta SHIATZU appositamente allestita da tale Cristiana Raggi… (emmò che cazzo volete deppiù, la PIZZA ELETTRONICA???). EDDOVE SE TROVAREBBI TUTTA ‘STA ROBBA? (direte voi) Al capannone "Da CICCIO" in v. Aldo Moro 14 a S. Lazzaro (zona Cicogna). IN PRATICA: Tirate dritti sulla via Emila dopo San Lazzaro. e svoltate a sinistra dopo la COMET. Poi seguite il casino… PS: ME RICCOMANDO!!! Abbito in tono (valeddì… vestitevi a palle…).

Aperitivo con i rapsodi

10 novembre 2008

big12Ci vediamo domani sera qua! Quest’evento vede coinvolti un sacco di gente che si conosce, la sottoscritta, Hawanna, ocarine…

Aperitivo con i Rapsodi
Anteprima dello spettacolo Trompe l’oeil, trompe l’oreille

Martedì 11 Novembre
ore 18.30
Ex Forno (di fianco a MAMbo) – via don Minzoni 14 – Bologna

Aprono la stagione del comico del Teatro Consorziale di Budrio Sabato 15 Novembre i Rapsodi – Gruppo fonografico. All’Ex Forno i Rapsodi, durante un incontro aperto al pubblico e alla stampa, presenteranno in anteprima alcuni brani tratti dallo spettacolo.
Lo spettacolo Trompe l’oeil, trompe l’oreille che vede protagoniste le voci recitanti di Luca Bombardieri e di Tommaso Pippucci, accompagnate dalle orchestre e dai suoni di Duccio Ancillotti, per la regia di Claudio di Palma “è un esilarante susseguirsi di scene allegre e grottesche, originali e strambe, una gimkana di trovate mimiche e gestuali, sulla base di testi dalla rara forza comica e al contempo di straordinaria persuasività ritmica e argomentativa. Nel mondo di parole di Luca Bombardieri e Tommaso Pippucci – un mondo stravolto eppur prodigiosamente coerente, dove l’intelligenza verbale, la rapida intuizione – e conseguente azione – sono ciò che balza in primo luogo agli occhi, non c’è possibilità di distrazione – a meno di non voler perdere il filo e dunque l’attrattiva del discorso, il suo incanto fatto di parole volatili, liberi elementi che aleggiano sulla scena, e che lo spettatore afferra come piccoli, gradevolissimi doni” (tratto dal sito www.progettidadaumpa.it).
Durante l’aperitivo saranno distribuiti dei coupon per uno sconto del prezzo sul biglietto dello spettacolo.

Trompe l’oeil, trompe l’oreille
Sabato 15 Novembre 2008 – ore 21,15
Teatro consorziale di Budrio
Via Garibaldi, 35 – Budrio
www.teatrodibudrio.com
Info sugli artisti e sullo spettacolo
http://www.rapsodigruppofonografico.it

Il cosmo secondo Agnetha

24 ottobre 2008

Copertina_il_cosmoDomani pomeriggio, alla Libreria Igor (sia su FB Igor Libreria sia su Myspace) parlerò con Daniele Vecchiotti del suo libro Il cosmo secondo Agnetha. Vi anticipo già che indosserò una gonna uguale alla copertina.
Il cosmo secondo Agnetha è un romanzo sulla libertà, sull’identità sessuale e sulle nicchie di mercato da esse generate: un ventennne con un unico problema: l’impossibilità di opporsi alle aspettative degli altri e agli eventi che bussano alla sua porta. Una madre fermamente intenzionata a trasformarlo in una scrittrice di romanzi rosa. Un direttore editoriale di libri pornografici gay convinto che il denaro non abbia preferenze di genere. un amico-cicerone secondo il quale "siamo tutti bisessuali, omosessuali a parte". E, a sparger pepe su questo mondo al maschile, la seducente femminilità delle ballerine di lap-dance nello strip-bar sotto casa. Un giro panoramico nel sesso e nelle sue possibili varianti, dedicato a chi ha la sensazione di vivere la vita di un perfetto estraneo. Che cosa c’entra in tutto questo Agnetha Fältskog? Beh, di questi tempi tutto può tornare utile. Anche gli Abba.
edito da LAS VEGAS Edizioni
Al termine della presentazione la Libreria Igor è lieta di invitare tutti all’inaugurazione di bLU Concept Store – Via San Vitale 34 b,c.

Vampiretta

22 ottobre 2008

VampLa settimana scorsa ho letto questo libro e ne sono rimasta entusiasta. Ovvio, non è un capolavoro della letteratura italiana, ci sono un sacco di detestati refusi (3/4 ma in un libro di poco più di 250 pagine sono un’enormità) ma l’ho letto tutto d’un fiato e ho riso spesso, e questo già ne fa un libro decente.
Ne avevo letto su Grazia e su D di Repubblica ma la trama e la casa editrice (Fazi) mi avevano fatto pensare che sarebbe stata una stronzata, perchè Fazi mi è sempre sembrato un editore un po’ furbetto. Ma poi non ho resistito e l’ho comprato, divorata dalla curiosità.
La storia è quella di una giovane donna che ha la passione per gli scrittori di cui divora i libri e di cui non si perde un evento e una presentazione in libreria. Gli scrittori per lei sono delle star e diventa una groupie proprio come si usava fare con i divi del rock. Un giorno, riesce ad introfolarsi in casa di Niccoloamaniti e, durante un rapporto orale con lui, scopre che lei ha il pompino che uccide.
La cosa godibile di questo libro, che io ho trovato tutt’altro che banale nel messaggio sotteso, è che lei gira in lungo e in largo per l’Italia a cibarsi di sangue e sperma dei suoi autori preferiti. La cosa divertente sono il realismo, l’uso dei nomi e dei cognomi delle sue vittime e il dipingere l’eventuale scenario che nella nostra Italia accadrebbe in questi tragici eventi: i plastici di Porta a Porta, il business della morte degli autori, le visite guidate sui luoghi del delitto, le manifestazioni di solidarietà etcetc.
Sembra quasi una condanna al sistema lo sciorinare di questi scrittori da salotto, interpellati su qualsiasi questione e visibili ovunque, come se l’enumerare i possibili luoghi in cui li si potrebbero trovare, fisicamente e non, sia una critica alla loro onnipresenza, allontanandoli dall’immagine dell’intellettuale isolato e chiuso nella sua torre d’avorio (Franco Alvisi fu tra i primi a voler scendere dalla torre ;)). E l’uso del pompino per uccidere è geniale. Usare l’atto preferito dagli uomini per ammazzarli fa della Vampiretta una sorta di femminista moderna (non a caso cita il libro della Solanas "Il manifesto per l’eliminazione dei maschi") perchè nessuno è in grado di rinunciarvi anche se sa che a causa di quello morirà.
A me questo misto tra umorismo, splatter, horror, satira di costume è piaciuto e mi fa dire che questa è una di quell’idee che mi sarebbe piaciuto avere. Non dico altro per non rovinare il gusto a quelli che leggeranno il libro ma una cosa la devo dire. Anche la madre della Vampiretta è una vampira ed ha il dono della vita eterna. Tra le sue vittime annovera anche Hegel, ucciso al suon di un pompino da una vampira. Geniale.